diredonna network
logo
Stai leggendo: “Il Marito Perdonò Un Suo Tradimento!” Parla la Sorella di Veronica Panarello, Ecco le Ipotesi di Un Complice

"Ieri mi ha detto che sono bellissima": la lettera della moglie malata al marito

Vampiri energetici: come riconoscerli e imparare a difenderti da loro

"Quando me ne sarò andato": questo padre ha lasciato a suo figlio un messaggio lungo tutta una vita

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Dice basta a una dieta da 500 calorie, ma il web la insulta

Oroscopo dal 20 al 26 aprile - Come sopravvivere alle stelle

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Perché ho realizzato per la mia bambina una festa a tema... cacca"

La fitness blogger che ha deciso di non depilarsi: "Voglio essere di ispirazione per le altre donne"

Titanic: ma Jack poteva salvarsi sulla porta-zattera con Rose? Ecco la risposta

"Il Marito Perdonò Un Suo Tradimento!" Parla la Sorella di Veronica Panarello, Ecco le Ipotesi di Un Complice

Novità sul caso dell'omicidio del piccolo Loris. Le parole della sorella, le ipotesi dell'aiuto di un complice e la situazione in carcere.
(foto: Web)

Nuove indiscrezioni sulle indagini per l’omicidio del piccolo Loris Stival, il bambino morto a Ragusa a novembre.
La giovane madre, Veronica Panarello, resta in carcere e per gli stessi familiari la donna è colpevole.

Durante la trasmissione “Chi l’ha visto” però, la sorella in un’intervista si lascia scappare che Veronica, quando Loris aveva solo 4 mesi, ha avuto una relazione extraconiugale e il marito l’aveva perdonata.

Questo alimenta le ipotesi che vedono la presenza molto significante di un complice, 3 sono quelle più accreditate dagli investigatori:
la prima ipotesi è quella che vede la mamma responsabile del delitto e della fase di occultamento del cadavere; la seconda vede la figura di un complice nella fase di occultamento del cadavere; nella terza s’ipotizza una cooperazione anche nel delitto.

Ipotesi, secondo il procuratore Petralia, che non sono alternative ma complementari, e quindi non si esclude di certo la responsabilità della mamma del piccolo Loris, che in carcere perde circa 1kg a settimana:

“Veronica perde un chilo a settimana: non mangia, pensa sempre al figlio morto, vorrebbe piangere sulla sua tomba; pensa all’altro bambino, pensa al marito che l’ha abbandonata e pensa alla famiglia distrutta. Sta vivendo una tragedia umana”

racconta la madre.