diredonna network
logo
Stai leggendo: Una Mamma Malata di Cancro e l’Ultimo Natale con le Sue Bambine

Perdono i genitori in una settimana: il mondo si mobilita per pagare il mutuo ai tre fratelli

"Vorresti sposare mio marito?": la toccante lettera di Amy, prima di morire di cancro

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

Il Paese più felice del mondo non è più la Danimarca? E l'Italia a che posto è?

Disegna il tuo papà!? Il risultato è sorprendente (e dolcissimo)

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Divorziano dopo 19 anni: lui le invia questi fiori con questo biglietto

Dal satanismo al sesso: la bufala dei messaggi subliminali di Art Attack

Una Mamma Malata di Cancro e l'Ultimo Natale con le Sue Bambine

Una mamma coraggiosa che non smette di combattere ogni giorno nonostante la malattia che la sta uccidendo, con la speranza di vivere almeno un ultimo Natale insieme alle sue figlie.
(foto: Web)

Samantha Beaven è una donna di 28 anni, madre di due bambine, alla quale è stato diagnosticato un tumore, purtroppo terminale.

Durante la gestazione della seconda figlia, Daisy, la donna ha sofferto di perdite e crampi. I medici hanno sempre sottovalutato questi segnali, ritenendoli semplicemente dei sintomi della gravidanza.

La piccola Daisy però è nata prematura, di sole 26 settimane e in quel momento, dopo diverse analisi, a Samantha è stato dato il verdetto più temuto.

La donna ha scoperto infatti di avere un cancro all’utero che si stava diffondendo velocemente a tutto il corpo.

Nonostante le chemioterapie e le cure intensive non c’è stato nulla da fare.

Il tumore è ormai in fase terminale e probabilmente questo sarà l’ultimo Natale della donna insieme alla sua famiglia.

(foto: Web)

La giovane guerriera però ha promesso di continuare la sua battaglia per non abbandonare le figlie, ha sposato il suo compagno ed è determinata a rendere magico il prossimo Natale.

“Ci sono momenti in cui mi sento sopraffatta e spaventata, ma poi li guardo e so che devo rimanere forte. Daisy ha lottato così duramente dopo essere nata prematuramente e anche io devo farlo”.

Samantha sta quindi raccogliendo fondi e donazioni per finanziare delle cure alternative nella speranza di prolungare la sua vita e quindi i giorni insieme alle sue bambine.

Una donna che si gode ogni giorno della sua vita e che non perde la speranza nemmeno davanti all’esito più tragico.