diredonna network
logo
Stai leggendo: Scegliere Di Morire A 29 Anni: Il Caso Di Brittany

Da "scopa di più" a "Una signorina non...": tutte le frasi sessiste che diciamo ogni giorno

Andrea Pace, la lettera della sorella per dire addio al piccolo Masterchef Junior

Esperimento: "Vi raccontiamo come è facile fingersi una star di Instagram e farsi pagare dai brand"

Come funziona la pianta mangiafumo?

"Nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia": la forza dell'amore di quest'uomo

L'uomo affida messaggi d'amore in bottiglia al mare: va a finire così

Shannen Doherty, selfie con i capelli: "Mi sento di nuovo donna"

Greta e Marta, da "coppia d'oro" dello sport alle molestie fino all'accusa di stalking

Dimmi come porti la borsa e ti dirò chi sei

Oroscopo dal 17 al 23 agosto - Come sopravvivere alle stelle

Scegliere Di Morire A 29 Anni: Il Caso Di Brittany

Brittany, 29 anni, decide di morire con dignità attraverso l'eutanasia. La sua storia dev'essere raccontata, perchè in questi casi nessuno può permettersi di giudicare.
(foto: Web)
(foto: Web)

Una storia difficile, che fa riflettere, e proprio per questo motivo è degna di essere raccontata.

Brittany Maynard ha soli 29 anni e ha deciso di morire.

“Io voglio vivere. Vorrei che ci fosse una cura per la mia malattia, ma non c’è. Per questo sapere di poter essere in grado di scegliere di andarsene con dignità è meno terrificante”.

Una scelta la sua che fa discutere, ma chi può permettersi di sentirsi giudice davanti a tanto dolore?

La sua decisione è talmente personale, maturata dopo un percorso con il quale è quasi impossibile raggiungere livelli di empatia, perchè troppo duro, troppo ingiusto.

Brittany ha un cancro al cervello e purtroppo per lei non c’è nessuna speranza.

(foto: Web)
(foto: Web)

Lo scorso gennaio, dopo una vacanza con suo marito Dan, ha scoperto di avere questo male incurabile.

La notizia è stata uno shock per tutta la famiglia.

I dottori hanno spiegato che la giovane donna avrebbe avuto poco più di 14 mesi di vita, durante i quali si sarebbe dovuta sottoporre a cure aggressive e peggiorando giorno dopo giorno.

Brittany però ha deciso, non senza una grande sofferenza anche nel cuore, di andarsene con dignità, prima che la malattia degeneri.

Il 1° novembre morirà attraverso l’eutanasia, il giorno dopo il compleanno del marito.

“Voglio morire così, tra le braccia di mio marito, di mia madre e del mio cucciolo Charlie”.

Davanti a tutto questo la reazione migliore è il silenzio e il rispetto.

Di parole al vento ne buttiamo fin troppe, ogni giorno.

Aggiornamento

Come vi avevamo anticipato Britanny Maynard è morta il 1° novembre tra le braccia del marito.

Queste sono state le sue ultime parole prima di lasciare il mondo:

Addio a tutti i miei cari amici e alla mia famiglia, che amo. Oggi è il giorno che ho scelto per morire con dignità, davanti alla mia malattia terminale, questo terribile cancro che ha portato via così tanto da me, ma che avrebbe preso ancora di più. Il mondo è un bel posto, il viaggio è stato il mio maestro più grande, i miei amici più stretti e miei parenti sono le persone più generose e altruiste. Ho anche un cerchio di supporto intorno al mio letto, mentre scrivo… Addio mondo. Spargete buona energia. Siate generosi, pagate in anticipo per restituire ad altri il bene che ricevete.

R.I.P. Brittany!