diredonna network
logo
Stai leggendo: #WakeUpCall La Campagna Virale Dopo #IceBucketChallenge

Muore a 8 anni mentre va al concerto: le parole di Tiziano Ferro

"Non posso immaginare un mondo senza di te": il cantante dei Linkin Park suicida come Chris Cornell

La ginnasta: "Abusata per almeno 600 volte dai 13 anni dal medico sportivo"

"Mi staccava la pelle a morsi e mi strappò l'utero": quando la violenza è "normale"

Si scatta un selfie con la sorella che sta partorendo e lo posta con queste parole

"Vi racconto la mia vita con un solo seno"

Quel bacio tra la sieropositiva e il dottore: "La mia vita con l'HIV"

William e Harry: "Mamma sapeva che la vita vera è fuori dalle mura del Palazzo"

Quella rabbia al volante che uccide sempre più spesso

Gianna Nannini sposa la compagna e se ne va: "L'Italia non mi tutela come mamma"

#WakeUpCall La Campagna Virale Dopo #IceBucketChallenge

Un nuovo gioco Social sta arrivando, questa volta a favore dell'Unicef. Ecco il #WakeUpCall che potrebbe far guadagnare più dell'#IceBucketChallenge.
(foto: Web)
(foto: Web)

Una nuova mania, a fin di bene, sta spopolando su internet. Un’idea talmente virale che questi selfie potrebbero diventare il nuovo #IceBucketChallenge.

La campagna #WakeUpCall è a sostegno di Unicef e combina il buon cuore delle persone per una giusta causa, all’idea del #nomakeupselfie.

Un’iniziativa che molte di noi hanno appoggiato, anche solo in modo simpatico per combattere quell’antipatico “Buongiorno” alla fashionblogger, con già trucco e messa in piega perfetti.

Il #nomakeupselfie ha raccolto milioni di sterline per la Ricerca sul Cancro e Unicef coinvolge le persone più ricche e famose a fare lo stesso e farsi ammirare in tutta la loro spontaneità.

In questo modo il messaggio aumenta il suo potenziale.

Come nell’#IceBucketChallenge, i vip sono spronati a nominare altri 2 amici famosi a loro volta per far girare sempre di più l’iniziativa.

Jemima Khan, la ItWoman e ambasciatrice Unicef UK ha lanciato la nuova campagna postando una sua foto spettinata e dall’espressione buffa. La catena di nomination non è tardata ad arrivare e il prossimo selfie dovrebbe essere quello dell’amata Emma Watson.

Il denaro donato grazie a questa catena andrà totalmente in Siria, come fondo di emergenza per Unicef.

Nonostante le critiche, alcune delle quali totalmente inutili e sterili, comunque l’#IceBucketChallenge ha fatto guadagnare oltre 2,4 milioni:
fondi per 1,4 milioni di euro a progetti di Ricerca sulla Sla, 300 mila euro per realizzare una Biobanca e 700 mila per il sostegno ai malati e alle famiglie, come ha spiegato l’Associazione Italiana

Sclerosi Laterale Amiotrofica (Aisla). Una raccolta particolare culminata nella Giornata Nazionale sulla SLA il 21 settembre.

Perchè in questi casi il rumore lo si fa per un buon motivo.

I giochi Social possono essere davvero un nuovo metodo di sensibilizzazione e un grande aiuto per la ricerca.

Pensateci e lasciatevi travolgere dal #WakeUpCall.

Svegliarsi la mattina e compiere già una buona azione migliorerà anche il vostro karma.