diredonna network
logo
Stai leggendo: Mafalda Compie 50 Anni: Ecco La Storia Della Bambina Spettinata

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Cosa rivela la forma del tuo piede su di te

Ecco perché migliaia di ovetti sorpresa sono naufragati su questa spiaggia tedesca

Grazia per Jacqueline, la donna che uccise il marito che la picchiava e violentava le figlie

Quando (e dove) ci dà fastidio essere toccati: le zone off-limits del nostro corpo

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno. Ecco perché... è una bufala

Come in "Ritorno al futuro": le scarpe che si allacciano da sole

"Streghe": è in arrivo un prequel della serie?

Pasta di sale: la ricetta ideale per creazioni e decorazioni fai da te

Mafalda Compie 50 Anni: Ecco La Storia Della Bambina Spettinata

La bambina più spettinata e ribelle dei fumetti compie 50 anni! Tutto il mondo la festeggia, e il suo creatore si dice soddisfatto della scelta che fece anni e anni fa.
(foto: Web)

50 anni e non dimostrarli!

Mafalda raggiunge metà secolo e in Argentina si festeggia il compleanno di questa eroina dei fumetti, sempre spettinata, un po’acida e ribelle, specchio di quello che potrebbe essere una di noi.

Un traguardo davvero importante per la striscia di Joaquìn Salvador Lavado, in arte Quino.

Mafalda fu pubblicata per la prima volta nel 1964 sul settimanale Primera Plana.

Le storie della ragazzina sono piaciute così tanto che in poco tempo sono finite sulle pagine de “El Mundo”, principale quotidiano spagnolo.

Il libro che raccoglieva le vignette del primo anno di pubblicazioni andò a ruba in 15 giorni e fece da trampolino per il successo mondiale.

La piccola Mafalda era stata creata per una pubblicità ma dopo soli 10 anni Quino ne bloccò la produzione: secondo lui il suo fumetto aveva già detto tutto.

Allungarlo sarebbe stato una mossa negativa, eccessiva, e come ogni grande artista che si rispetti,

Quino capì il momento giusto per fermarsi e passare ugualmente alla storia, con stile.

Senza inutili scivoloni necessari solo alle proprie tasche. (Polemica generale la mia? Forse)

Anche in Italia Mafalda è un mito e si è festeggiato il suo anniversario con una mini esposizione itinerante, dalla fiera del libro per ragazzi a Bologna al Festivaletteratura di Mantova.

Magazzini Salani, l’editore italiano di Mafalda dal 2006, ha proposto invece in onore della pestifera ragazzina un edizione tutta nuova in dodici volumi orizzontali più una collezione completa con la copertina dorata.

(foto: Web)

Ovviamente il regalo più grande è arrivato da Buenos Aires che ha inaugurato una mostra a lei dedicata dal titolo El mundo según Mafalda?

Alla cerimonia ha partecipato anche il suo creatore, commosso dall’installazione gigante su una panchina, realizzata per sedersi vicino a lei e riflettere un po’ sul mondo che ci circonda.

In fondo ci ha insegnato proprio lei che è meglio una vita spettinata.

Tutte le cose veramente belle di questa vita, spettinano. Fare l’amore, spettina. Ridere a crepapelle, spettina. Viaggiare, volare, correre, tuffarti in mare, spettina. Baciare, spettina. Giocare, spettina. Cantare fino a restare senza fiato, spettina. Ballare fino a farti dubitare se sia stata una buona idea metterti i tacchi, spettina.

Auguri!