diredonna network
logo
Stai leggendo: LADY GAGA vince il premio per la pace in memoria di John Lennon

Selfie con il morto: "With me", l'app che ti permette di essere accanto a chi non c'è più

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

"Questa è mia figlia poco prima di morire": il disperato gesto di un padre contro il bullismo

Perdono i genitori in una settimana: il mondo si mobilita per pagare il mutuo ai tre fratelli

LADY GAGA vince il premio per la pace in memoria di John Lennon

Lady Gaga vince il premio per la pace "The LennonOno Grant For Peace", in memoria della leggenda John Lennon.Il premio, istituito dalla moglie Yoko Ono, anche il mese scorso è stato vinto da una donna, Nadia Tolokonnikova, membro del collettivo attivista Pussy Riot.

 

 

Lady Gaga, classe 1986, forse tra le più eccentriche e camaleontiche star mondiali, ha ricevuto ieri a Reykjavik in Islanda, un premio speciale per la pace.

“The LennonOno Grant For Peace” è stato fortemente voluto e istituito da Yoko Ono, in memoria del defunto marito, il leggendario “Beatles” John Lennon. La Ono ha sottolineato che il premio è stato vinto dalla Gaga oltre che per il suo attivismo in cause umanitarie, perchè attraverso il motto “Little Monster”, che incita tutti ad amarsi per quello che si è (e lo ripete diverse volte anche durante i suoi live) e i suoi testi, cerca di cambiare la “mappa mentale” del mondo.

“Lady Gaga” riferisce sempre la Ono parlando con Reuters “è tra le cantautrici numero uno al mondo, e quando si è un numero uno, si rischia di perdere se stessi. Lei è riuscita a non farlo.”

La Gaga vince il premio lo stesso giorno in cui il musicista avrebbe compiuto 72anni, e commossa, ha dedicato il premio ai giovani, incitandoli ad una maggiore responsabilizzazione di se stessi, ringraziando chi si occupa di loro e della loro educazione e promettendo inoltre una continuità nel cercare di comunicare con il cuore al mondo e ai suoi leader. Compito non facile in un’epoca cinica.

Il mese scorso lo stesso premio fu ritirato dal marito di una delle attiviste Pussy Riot (il collettivo femminista colpevole di “teppismo motivato da odio religioso” per una performance anti-Putin, nella cattedrale di Cristo Salvatore) Nadia Tolokonnikova che, notizia di pochi minuti fa, rimane in carcere scontando la pena in una colonia penale, insieme alla sua compagna Maria Aliokhina.

Yoko Ono e Lady Gaga si esibirono insieme, al PlasticOnoBand nel 2010, in un concerto-tributo in memoria di John Lennon.

Già precedentemente, la Ono avrebbe affermato che i Beatles, pionieri della PopMusic, avrebbero sicuramente amato la Gaga anche musicalmente.