diredonna network
logo
Stai leggendo: 10 Regole Per Affrontare Senza Stress Il Rientro Dalle Vacanze

10 Regole Per Affrontare Senza Stress Il Rientro Dalle Vacanze

L'estate sta finendo... che tristezza quando le vacanze stanno per finire e l'ansia da rientro cresce in maniera smisurata. Ma lo sapevate che in Italia sono circa 6 milioni le persone che soffrono di stress da post rientro? Un numero considerevole. Se anche voi fate parte di questo gruppo ecco 10 consigli per eliminare lo stress e ritrovare la serenità!
(Foto: Pinterest)
(Foto: Pinterest)

Che belle le vacanze!

Nessuna sveglia pronta a interrompere i nostri sogni più reali e a riportarci indelicatamente alla realtà, nessun traffico contro cui combattere per raggiungere l’ufficio, nessun capo con il fiato sul collo a ricordarci le scadenze sempre più pressanti del lavoro, niente stress, niente impegni indesiderati, nessun obbligo imposto da altri, solo relax, riposo e tanto svago.

Insomma un vero sogno a occhi aperti.

Ma si sa, i sogni prima o poi terminano e la favola in cui ci siamo rifugiati, per un paio di settimane (o, per i più fortunati, anche di più) giunge al non lieto fine.

E allora ecco ci si deve rituffare, trattenendo il fiato e controvoglia, nella solita vecchia routine, la solita sveglia, il solito traffico, il solito capo e i soliti impegni.

Con delle premesse così, sfido poi che ci sentiamo sospesi in uno stato di malessere psico-fisico, quello tutte le letterature mediche hanno nominato stress da rientro post vacanze.

Eh già, può sembrare impossibile, ma quella malinconia che proviamo quando varchiamo la porta di casa con le valigie al seguito dopo le vacanze estive, quel senso di nostalgia che si scatena ogni volta che nella nostra mente si accendono i ricordi appena vissuti ma già così lontani, è proprio stress.

Quindi, se, al rientro delle vostre ferie, vi sentite stranamente stanchi, depressi, ansiosi, incapaci di prendere sonno e se piuttosto che ritornare in ufficio preferireste trasferirvi in una caverna sperduta e darvi all’eremitaggio facendo sparire per sempre le vostre tracce, significa che state vivendo in pieno questa condizione stressante.

Ma non temete, lo stress da rientro può essere combattuto e scacciato.

Come? Seguendo questi preziosi consigli:

1. Anticipare il rientro

(Foto: Pinterest)
(Foto: Pinterest)

Lo so, dopo un anno passato a contare i giorni che vi separano dalle ferie non vedete l’ora di vivervi ogni secondo delle vacanze, assaporandone a pieno qualsiasi dettaglio e l’idea di rinunciarvi, anticipando il rientro, può sembrare un brutto scherzo.

In realtà, proprio per non soffrire più del necessario il passaggio dalla vita vacanziera alla monotonia della vita di tutti i giorni sarebbe bene tornare a casa qualche giorno prima di riprendere il solito tran tran per abituarvi in maniera graduale alla vostra solita, vecchia, monotona (che esagerazione!) vita.

2. Identificate il nemico

(Foto: Pinterest)
(Foto: Pinterest)

Si dice che per gestire un problema e per superarlo bisogna, come prima cosa, riconoscerlo.

Quindi, se c’è qualcosa che vi preoccupa mettetelo nero su bianco, annotatevelo cercando di identificare che cosa vi preoccupa maggiormente.

Lo step successivo sarà cercare delle soluzioni plausibili per affrontarlo e lasciarselo alle spalle.

Naturalmente queste soluzioni dovranno poi essere messe in pratica.

Non siete più in vacanza quindi basta bivaccare, è giunto il momento di rimboccarsi le maniche (Sigh!).

3. Fare una graduatoria

(Foto: Web)
(Foto: Web)

Il primo giorno di lavoro post vacanze è un po’ come il primo giorno di scuola.

Ci si sente elettrizzati per il nuovo inizio ma anche un po’ impauriti.

Ma, non appena si riprende la postazione, si accende il computer e si viene letteralmente sommersi da mail, lavori da terminare ieri e problemi da risolvere entro 3 secondi, l’ansia si fa un sol boccone dell’entusiasmo e l’unico pensiero che gira per la testa è uno: tornare in vacanza.

Per non diventare una preda inerme dello stress e gestire al meglio tutte le incombenze bisogna stabilire delle priorità.

Dare la precedenza alle cose più urgenti e rimandare tutto ciò che può attendere.

4. Dormire, dormire, dormire.

(Foto: Pinterest)
(Foto: Pinterest)

Se in vacanza vi trasformate nella versione postmoderna della Bella Addormentata e soffrite di una condizione momentanea di narcolessia che vi porta ad addormentarvi ovunque, dal lettino in spiaggia a quando siete in coda alle casse del supermercato, non potete tornare ad essere degli animali della notte che stanno svegli a oltranza al vostro rientro.

Dormire troppo in vacanza e troppo poco al rientro contribuisce ad aumentare il senso di spossatezza e di svogliatezza.

Quindi cercate di mettervi a letto ad un orario decente, per assicurare al vostro fisico ‘bestiale’ almeno 8 ore di sonno.

5. Altolà alla tecnologia

(Foto: Pinterest)
(Foto: Pinterest)

Ormai tutti conosciamo la pessima influenza che la tecnologia può avere sul ciclo del sonno.

Portarsi a letto smartphone, pc e tablet è sempre una pessima idea perché questi malefici aggeggi non fanno altro che aumentare il tasso di stress e rendere impossibile il sonno.

E stando alla regola numero 4, se si vuole evitare lo stress da rientro bisogna evitare di andare a letto con tutto ciò che rientra nella categoria dell’hi-tech.

6. Don’t worry, be happy

(Foto: Pinterest)
(Foto: Pinterest)

Su con la vita.

Basta un sorriso e la giornata può prendere una piega migliore.

Sarà vero? Tentar non nuoce.

Sicuramente avere dei pensieri positivi può rendere più propositivi e meno depressi.

Sempre meglio che vivere i giorni successivi al rientro vagando senza meta tra le strade della città con la nuvoletta di Fantozzi sopra la testa.

Non trovate?

7. Fai una pausa relax

(Foto: Pinterest)
(Foto: Pinterest)

Ok, le vacanze sono finite (piangiamo!) ma nessuno vi vieta di staccare per qualche giorno, soprattutto quando il tempo lo concede ancora.

Ritagliarsi un weekend fuori porta è utile per fingere di essere ancora in vacanza e per immergersi in preziosi momenti di relax.

8. Dedicarsi ad attività rilassanti

(Foto: Pinterest)
(Foto: Pinterest)

Se durante le vacanze vi siete dedicati ad attività rilassanti, come passeggiare, leggere o qualsiasi altra cosa che vi distenda i nervi, perché smettere al rientro?

Se c’è qualcosa che possa contribuire al vostro benessere psicofisico, perché privarsene?

Cercate di mantenere i nuovi hobby, vi aiuterà a scaricare il nervoso accumulato durante le giornate di lavoro (fidatevi, sarà tanto!)

9. Fare sport

(foto: Web)
(foto: Web)

No lo sport, no!

E invece sì.

Per scaricare tutte le tossine negative che vengono accumulate con il post rientro un ottimo rimedio è dedicarsi a qualche attività sportiva.

Nulla di esagerato.

Una blanda passeggiata, magari dopocena, può aiutarvi a scaricare e anche a dormire meglio.

10. Non ce la faccio, quindi delego

(Foto: Pinterest)
(Foto: Pinterest)

Delegare può preservare la vostra salute psico-fisica. Se al rientro vi sentite schiacciati dagli impegni o dalle incombenze, no panic!

Potete sempre farvi dare una mano da chi vi sta vicino, delegando qualche attività.

Questo non significa che non siete in grado di gestire tutto ma semplicemente che vi serve qualche tempo per carburare, nel frattempo tirate il fiato, nessuno si aspetta che facciate tutto da soli.