diredonna network
logo
Stai leggendo: 5 Film Strappalacrime Più Belli Di Sempre Da Vedere Assolutamente

Alessandra Martines: se l'amore non ha età la maternità neppure

L'amore per Mariangela Melato: "Ci siamo amati per tutta una vita, anche da lontano"

Jada Pinkett Smith su Tupac: "Mi manca tanto e ho un grande rimpianto"

Quando Trump diede della "ritardata" a Marlee Matlin, attrice sorda da Oscar

La fine dei sogni: l'assurda morte di Robert Knox, il giovane attore di "Harry Potter"

Nicole Kidman e quelle parole sull'abuso domestico

Chester Bennington, il messaggio del figlio 15enne sul suicidio

Simboli lavaggio: come interpretare al meglio le etichette sui vestiti

I papà morirono l'11 settembre: "Abbiamo ricostruito il nostro cuore insieme "

"Sono diventata mora, ho tolto tacchi e lenti: così ho fatto carriera"

5 Film Strappalacrime Più Belli Di Sempre Da Vedere Assolutamente

Ci sono giorni in cui si ha solo voglia di piangere e sfogarsi un po'. Non c'è bisogno di una motivazione reale, basta semplicemente soffrire un po' di sbalzi ormonali. Ecco quindi come coccolarsi l'anima (e far fuoriuscire le lacrime) grazie ad un film e un po' di gelato.
(foto: Web)
(foto: Web)

Tra donne possiamo parlare di tutto senza vergognarci, anche sul fatto che ci sono dei giorni (che solitamente coincidono con un certo fastidio ormonale) durante i quali abbiamo bisogno e voglia di piangere.

Farsi del male gratuitamente con pensieri negativi non pare il caso, ma quando le lacrime sono proprio dietro l’angolo (o le lenti degli occhiali) possiamo lasciarci andare guardando alcuni film che ci fanno diventare delle vere e proprie pappe-molli.

Ma che goduria poi, essersi sfogate!

Se siete in questo stato d’animo, credo perfettamente descritto, vi voglio consigliare 5 film da guardare, meglio se in solitudine, e al massimo accompagnate da una bella tazza di gelato!

Nel caso stiate passando momenti gioiosi, non cestinate questo elenco.

Vi ricordo che gli sbalzi ormonali vi colpiscono tutte, almeno una volta al mese.

Meglio essere preparate (ed evitare così di lanciare piatti a tradimento al partner che sembra non capire un emerito c***o).

1. Titanic

(foto: Web)
(foto: Web)

Qui non si scherza.

Saliamo tutte, e facciamolo più e più volte, sulla nave dei sogni, dal tragico epilogo.

Si piange quando Rose balla, quando si lascia dipingere tutta nuda dal caro e figaccione Jack (un DiCaprio così era al top della sua bellezza!), quando

fanno sesso dentro la macchina, con quello stampo della mano sui vetri che ragazzi…. fa venire i brividi (e le voglie).

Si piange quando la vecchietta racconta la verità su quell’amore indimenticabile e soprattutto si piange con la morte di Jack … e quando il diamante viene gettato nell’Oceano?!?

Ma perchè?!?!? Dallo a me quel gioiello incredibile, vecchiaccia!!!!

2. City of Angels

(foto: Web)
(foto: Web)

Solo la colonna sonora ne vale la pena.

Avete presente Iris dei Goo Goo Dolls?!

Che poi è la peggior canzone dei Goo Goo Dolls, quindi pensate un po’ cosa vi state perdendo se ancora non siete fan di questo gruppo. (Consigli musicali che volano qui.)

Questo film fa piangere dall’inizio alla fine.

Io sto piangendo anche ora solo pensandoci.

Non vi dico di più perchè vale la pena guardarlo.

E rimediare subito se non l’avete mai fatto!!!!

3. I passi dell’Amore

(foto: Web)
(foto: Web)

Inizialmente ero molto scettica riguardo questo film.

Mi sembrava un teen drama alla Moccia.

In realtà non si può uscire indenni da questa visione…

….e dalla recitazione di Mandy Moore che io mi ricordavo semplicemente come uno dei tanti cloni alla Britney Spears nei primi anni 2000.

Un amore del genere è quello che tutte le adolescenti sognano, e ognuna di noi è rimasta una dolce ragazzina innocente e sognatrice.

Siamo state programmate per credere di poter salvare qualsiasi Bad Boy in circolazione.

4. Papà, ho trovato un amico

(foto: Web)
(foto: Web)

Prima di tutto questo film fa commuovere perchè ci mostra ancora un inedito Macaulay Culkin.

Non posso non pensare a questo film senza piangere sulla tastiera del mio pc.

Partiamo dal presupposto che la giovane Vera è orfana e accudita da una nonna malata.

Un colpo al cuore.

Quando il dolore diventa musa. Ideale per tutte le artiste sconsolate.

5. Wall-e

(foto: Web)
(foto: Web)

Perchè un cartone animato è sempre un cartone animato, anche quando spezza i cuori.

Soprattutto delle persone sensibili al tema della solitudine.

Dialoghi praticamente inesistenti ma immagini e storyline che fa emozionare, a mio avviso, come nessun altra produzione del genere.

Sento il piccolo robot pronunciare il suo nome… e vado già in brodo di giuggiole.