diredonna network
logo
Stai leggendo: Getta il figlio di 4 anni dalla finestra e e poi si butta anche lei, succede a Genova

La ginnasta: "Abusata per almeno 600 volte dai 13 anni dal medico sportivo"

"Mi staccava la pelle a morsi e mi strappò l'utero": quando la violenza è "normale"

Si scatta un selfie con la sorella che sta partorendo e lo posta con queste parole

"Vi racconto la mia vita con un solo seno"

Quel bacio tra la sieropositiva e il dottore: "La mia vita con l'HIV"

William e Harry: "Mamma sapeva che la vita vera è fuori dalle mura del Palazzo"

Quella rabbia al volante che uccide sempre più spesso

Gianna Nannini sposa la compagna e se ne va: "L'Italia non mi tutela come mamma"

Lui è Searyl, il primo bambino al mondo né maschio né femmina

Morire in diretta Instagram a 16 e 24 anni: l'ultima tragica story delle reginette di bellezza

Getta il figlio di 4 anni dalla finestra e e poi si butta anche lei, succede a Genova

La donna, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe lanciato il figlio di quattro anni dal quarto piano di un palazzo nel centro di Genova e poi si sarebbe buttata nel vuoto anche lei. La donna, Margarita Soledad Alania, è morta e il figlio è gravissimo. Apparentemente la donna aveva litigato nei giorni scorsi col marito e sarebbe dunque scappata di casa col piccolo.

La peruviana di 43 anni al momento dell’accaduto si trovava in uno studio legale e, secondo le testimonianze dei presenti, avrebbe dapprima lanciato il figlio, per poi mettersi a leggere alcune righe della bibbia e lanciarsi anche lei. La donna è morta, mentre il figlio è stato intubato, stabilizzato e portato al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Gaslini.

Il racconto del legale

La tragedia si è consumata nello studio dell’avvocato Giovanni Gramatica. La scena è stata notata dalla segretaria del legale.

“La segretaria ha fatto accomodare la cliente nella sala d’aspetto – racconta l’avvocato – dove ha atteso circa 30 minuti. A un certo punto ha visto la donna, che era nervosa fin dall’arrivo, alzarsi dalla sedia e gettare il bambino fuori dalla finestra. Un attimo dopo si è gettata anche lei”.
La vittima era sposata con un savonese di 51 anni. Secondo quanto ha raccontato l’avvocato la donna nel luglio 2011 aveva inviato da Lima in Perù allo studio legale una richiesta di assistenza: era stata infatti denunciata dal marito per sottrazione di minore. Nei mesi successivi i due si erano rappacificati, la denuncia per sottrazione di minore era stata ritirata e avevano ripreso la loro vita coniugale. La donna, da un po’ di tempo, però aveva iniziato a girare alcuni studi legali, fino ad arrivare a quello dell’avvocato Gramatica, perché voleva sporgere denuncia contro il marito.