diredonna network
logo
Stai leggendo: Getta il figlio di 4 anni dalla finestra e e poi si butta anche lei, succede a Genova

Cassidy, violentata a 13 anni suicida a 15: in questa lettera il suo ultimo desiderio

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Getta il figlio di 4 anni dalla finestra e e poi si butta anche lei, succede a Genova

La donna, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe lanciato il figlio di quattro anni dal quarto piano di un palazzo nel centro di Genova e poi si sarebbe buttata nel vuoto anche lei. La donna, Margarita Soledad Alania, è morta e il figlio è gravissimo. Apparentemente la donna aveva litigato nei giorni scorsi col marito e sarebbe dunque scappata di casa col piccolo.

La peruviana di 43 anni al momento dell’accaduto si trovava in uno studio legale e, secondo le testimonianze dei presenti, avrebbe dapprima lanciato il figlio, per poi mettersi a leggere alcune righe della bibbia e lanciarsi anche lei. La donna è morta, mentre il figlio è stato intubato, stabilizzato e portato al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Gaslini.

Il racconto del legale

La tragedia si è consumata nello studio dell’avvocato Giovanni Gramatica. La scena è stata notata dalla segretaria del legale.

“La segretaria ha fatto accomodare la cliente nella sala d’aspetto – racconta l’avvocato – dove ha atteso circa 30 minuti. A un certo punto ha visto la donna, che era nervosa fin dall’arrivo, alzarsi dalla sedia e gettare il bambino fuori dalla finestra. Un attimo dopo si è gettata anche lei”.
La vittima era sposata con un savonese di 51 anni. Secondo quanto ha raccontato l’avvocato la donna nel luglio 2011 aveva inviato da Lima in Perù allo studio legale una richiesta di assistenza: era stata infatti denunciata dal marito per sottrazione di minore. Nei mesi successivi i due si erano rappacificati, la denuncia per sottrazione di minore era stata ritirata e avevano ripreso la loro vita coniugale. La donna, da un po’ di tempo, però aveva iniziato a girare alcuni studi legali, fino ad arrivare a quello dell’avvocato Gramatica, perché voleva sporgere denuncia contro il marito.