diredonna network
logo
Stai leggendo: E Se Le Principesse Disney Vivessero Nel Mondo Reale?!

L'incidente di Noah Hathaway, il bambino guerriero de La Storia Infinita

La ragazza che salvò il soldato. Lui: "Non ho mai smesso di cercarti"

Arabia Saudita: "Le donne non possono guidare perché hanno un quarto di cervello"

Autocontrollo, quando troppo fa perdere il controllo e quando coltivarlo

Perché le coppie che guardano serie tv sono le più felici

Gloria, uccisa di botte a 23 anni dai parenti che la costringevano a prostituirsi

Gomma crepla: cos'è e come si usa

"Sex by surprise", subire violenza durante un rapporto sessuale consenziente

La lettera d'amore di Alain Delon al suo grande amore quando morì

Romy Schneider, il destino crudele dell'attrice che interpretò la principessa Sissi

E Se Le Principesse Disney Vivessero Nel Mondo Reale?!

E se le principesse non vivessero nelle favole ma nel mondo reale? Ecco come sarebbe andata... altro che "E vissero felici e contenti!"
(foto: Web)
(foto: Web)

Le principesse Disney hanno creato in noi ragazzine tanti problemi: a partire dai loro capelli magnifici, il loro essere sempre perfette anche nel bosco o le pulizie di casa, hanno idealizzato gli uomini racchiudendoli nella figura del Principe Azzurro.

Il Principe Azzurro è bello, buono, simpatico, dolce, affettuoso, una sorta di eroe in molti casi.

E noi passiamo una vita a cercarne uno simile…

Per poi ridurci a soffrire e piangere lacrime amare per il Big di turno.

Storie.
Esattamente.

Quello che ci han sempre raccontato non sono altro che storie, favole, elucubrazioni di menti umane fantasiose.

Ma se invece del “E vissero felici e contenti…” le principesse vivessero nel mondo reale, come sarebbe?!

Ce lo mostrano queste immagini! E se cercate una buona “guida” per somigliare al meglio alle vostre eroine preferite… Perché non provare con questa?

Ecco qui la serie “Principesse” di Dina Goldstein, che nel suo progetto ha voluto esplorare il lato oscuro delle favole classiche, portando un elemento realistico e un po’ cinico.

1. La Principessa sul pisello

(foto: Web)
(foto: Web)

La principessa sul pisello segue i suoi materassi, come un’ossessione, fino in discarica.

Diventa testimonial per eccellenza della raccolta differenziata, finchè suo padre le toglie il regno, stanco di questi incentivi ambientali poco interessanti per le sue proprietà.

2. La Bella Addormentata nel bosco

(foto: Web)
(foto: Web)

La Bella Addormentata del bosco non si è svegliata con il bacio del principe, ma lui, coraggioso come pochi e inesistente per persistenza nella vita reale, continua a nutrire una certa speranza.
Anche quando è rinchiuso in una casa di riposo, con lei al suo fianco, ancora dormiente.

3. La Sirenetta

(foto: Web)
(foto: Web)

La Sirenetta diventa l’attrazione preferita dell’acquario della città.

Purtroppo la sua voce è rimasta ad Ursula, e non ci sono concerti gratuiti compresi nel prezzo del biglietto.

4. La Bella e la Bestia

(foto: Web)
(foto: Web)

La Bella diventa un po’ Bestia a furia di sottoporsi ad estenuanti sedute di chirurgia plastica.

Labbra, volto, seno.

Donatella Versace rulez.

5. Cenerentola

(foto: Web)
(foto: Web)

Cenerentola affronta un momento difficile e finisce per frequentare i peggiori bar del regno.

Da principessa ad alcolizzata il passo è breve.

E del principe nemmeno l’ombra.

6. Biancaneve e i 7 nani

(foto: Web)
(foto: Web)

Senza l’aiuto dei 7 nani, Biancaneve esaurisce.

Casa, figli, marito da curare.

Il principe, sicuramente bello ma decisamente meno multitasking, viene buttato fuori di casa dopo pochi anni.