diredonna network
logo
Stai leggendo: Belen confessione shock: “Rapita con la mia famiglia da 3 uomini armati”

Seconda "social baby" in arrivo. Mark Zuckerberg: "Speravo tanto fosse femmina"

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

Il Paese più felice del mondo non è più la Danimarca? E l'Italia a che posto è?

Equinozio di Primavera: perché era ieri e 5 rituali magici per godere dei suoi influssi

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Belen confessione shock: "Rapita con la mia famiglia da 3 uomini armati"

Belen shock racconta di essere stata rapita per ore con la sua famiglia. Una vicenda che l'ha cambiata e che ancora la fa soffrire.
(foto:Web)

Belen si racconta tra le pagine di Chi e si lascia andare a confessioni che lasciano a bocca aperta:

“Per un dono del destino l’agenzia di modelle per la quale lavoravo cercava ragazze da mandare all’estero: ne scelsero 5 su 5 mila candidate, e io c’ero. Ero contenta di partire, non ce la facevo più a stare lì”.

In quegli anni l’Argentina stava vivendo una profonda crisi economica, e nonostante noi ne stiamo vivendo una non indifferente, non siamo nemmeno in grado di immaginare le condizioni di vita di quel Paese.
La gente si ribellava in piazza, c’era la rivoluzione e la criminalità. Era impossibile uscire per strada la sera e per le donne la situazione era ancora più critica.

“Una volta, erano le nove di sera: stavo rientrando in macchina con una persona, quando ci ha fermato un uomo con un passamontagna e una pistola in mano. Sono stata presa per i capelli, tirata fuori dall’auto e buttata per terra. Poi sono arrivati altri tre uomini armati che ci hanno portato dentro casa e hanno rinchiuso tutta la mia famiglia in bagno. Hanno svaligiato la nostra abitazione senza pietà, si sono portati via la vita di una famiglia, l’hanno distrutta. Il giorno dopo, quando ci siamo liberati e abbiamo dato la notizia, mio nonno paterno è morto d’infarto. Da quel momento per me è stato un inferno, non volevo stare a casa da sola, avevo paura di essere ammazzata, ero una ragazzina adolescente che aveva visto la morte in faccia”.

Un duro colpo per tutti e da quel momento Belen ha deciso di prendersi il meglio dalla vita:

“Le esperienze negative ti danno una forza e una determinazione che ti permettono di affrontare le sfide più dure e di avere una marcia in più. La vita, ti porta via così tante cose che tu sei incazzata per gli schiaffi che hai preso, e ce la metti tutta per cambiare le cose e riprenderti tutto. La gente pensa che tu sia fortunata perché sei nata bella, e non sa che ognuno nasce con delle potenzialità, ma la differenza sta nel giocarsele bene”.