diredonna network
logo
Stai leggendo: Direttamente da “Made in Sud”, gli “Arteteca” salutano RdD [VIDEO]

Grey's Anatomy: nuove stagioni già in programma?

La magia de l'Incantevole Creamy torna in tv: ecco quando e dove

Tiziano Ferro: ecco come vedere l'anteprima RAI del video de "Il conforto" se sei fuori casa

Siamo fatti così: torna in tv il cartone che racconta il corpo umano. Ecco quando e dove

Programmazione TV natalizia: tutti i film da guardare durante le feste

7 motivi per cui Happn è la migliore app di incontri nella vita reale

Tutta la programmazione di cartoni Disney e non solo dalla settimana di Natale all'Epifania

Grey's Anatomy: in arrivo uno spin-off su Alex Karev? (SPOILER 13A STAGIONE)

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Direttamente da "Made in Sud", gli "Arteteca" salutano RdD [VIDEO]

Roba da Donne ha incontrato gli “Arteteca” - Monica Lima ed Enzo Iuppariello – due comici del programma Rai “Made in Sud”. Ecco a voi l'intervista e un loro speciale video-saluto…
Direttamente da “Made in Sud”, gli “Arteteca” salutano RdD [VIDEO]

Monica Lima ed Enzo Iuppariello, meglio conosciuti come “Monica e Enzo” e ancora più noti con il nome del loro duo: gli “Arteteca”. Sono tra le coppie di comici più amate di “Made in Sud”, il programma che ha mosso i suoi primi passi da una rete privata napoletana e che ora è tra i più seguiti su Rai 2! Gli Arteteca non hanno mai deluso il pubblico con i loro personaggi: la coppia di ragazzi che si conosce in chat, i due dipendenti dai social network, i neo sposini nel giorno delle loro nozze e – ultima arrivata – la coppia di ragazzi napoletani un po’ “sopra le righe”, riscuotono sempre un enorme successo, ormai non solo tra i napoletani! Si, Made in Sud continua ad essere riconfermato dalla Rai come un programma da “prima serata” perché, anche se dedicata alla “comicità terrona”, fa divertire tutta Italia, dal Nord al Sud!

Roba da donne ha intervistato per voi questi due giovani comici napoletani. Le notizie sui loro esordi la loro biografia li troverete sicuramente sul web e per questo non le riportiamo anche qui. Non aspettatevi la solita e noiosa intervista con il classico “botta e risposta”: preparatevi ad assistere ad un ennesimo spettacolo degli Arteteca perché, si sa, quando la comicità scorre nel sangue, tutto diventa più divertente, anche un’ordinaria intervista! Leggete le loro risposte immaginando la loro voce, le loro espressioni e i loro  inconfondibili atteggiamenti…e le risate sono assicurate!

  • Gli “Arteteca”: come mai avete scelto questo nome?

Enzo: Il nome: “Arteteca” è capitato, è stato tirato a sorte, un bigliettino in una cesta con tanti nomi diversi ed è uscito questo!

Monica: No, no, non è vero, “Arteteca” era il suo gatto.

Enzo: Io non me la ricordo così la cosa! Pure perché io non  ho mai avuto un gatto, al massimo due tartarughe!

Monica: E non si chiamavano una “Arte” e una “Teca”?

Enzo: No, Alvaruccio e Camilla!

  • Gli “Arteteca” non sono uniti solo professionalmente. Voi siete una coppia anche nella vita, nella realtà siete marito e moglie. Il vostro legame rappresenta una marcia in più per i vostri sketch oppure a volte risulta “complicato” gestire quella linea sottile che divide la vita professionale da quella sentimentale?

Enzo: No, non siamo marito e moglie, siamo una coppia da 11 anni ma non siamo sposati!

Monica: Non ancora almeno…

Enzo: Si, è presto per parlare di matrimonio…ho appena 36 anni, sono fidanzato solo da 11, perché sposarsi ora?

Monica: Questo pure si sposa con la dentiera e il catetere!

  • Come inizia la vostra carriera di comici?

Enzo: Quando venivo interrogato a scuola, spesso le professoresse mi ridevano in faccia, allora capii che più che studiare per diventare qualcuno mi conveniva studiare per diventare un comico!

Monica: Per me è stata una terapia, ero troppo timida come bambina e i miei mi iscrissero ad un corso di recitazione. Ci misi un anno solo per prendere il coraggio di salire sul palco, ora ogni volta ci vuole un anno solo per farmi scendere!

  • Quando avete deciso di costituire il vostro duo? E cosa vi ha spinto a farlo?

Enzo: Se tu hai capito la domanda, rispondi tu!

Monica: Si ci ha spinto…io! Cioè, l’ho spinto io perché questo è lento!

Enzo: Vabbè, è un intervista, non puoi evitare di chiamarmi “questo”?

Monica: Ok! Quindi, se non fosse stato per me, “questo” stava ancora nel teatro della parrocchia!

Enzo: Si, forse è vero…

Monica: No no, questo è certo!

  • Nel vostro repertorio, qual è la coppia di personaggi che preferite?

Enzo: Siamo affezionati un po’ a tutti i nostri personaggi, per motivi diversi, analizzandoli e cercando di distaccarci, anche se non è facile. Direi che i due sfigati che si incontrano in chat li amiamo perché sono stati i nostri primi personaggi televisivi. Eravamo in un periodo in cui la chat non era ancora diffusissima e quell’idea ci permise di fare un po’ di rumore: creammo un po’ di interesse per questo mondo, anche se in quegli anni per molti a Napoli la chat non era altro che una donna in carne!

La terapia di gruppo per dipendenti da Fb sicuramente è il nostro pezzo più originale ed intelligente, forse talmente intelligente che la gente non ha capito bene perché lo stessimo facendo proprio noi! Personalmente spero che un giorno riusciremmo a riprenderlo e a lavorarci ancora su.

Poi gli sposi, si è parlato sempre tanto in comicità dell’argomento amore, ma noi lo abbiamo voluto analizzare attraverso gli occhi di due sposi nel giorno delle loro nozze. E poi, diciamo la verità, è stato bellissimo quando hanno iniziato a girare sul web le nostre foto vestiti da sposi: per la gente gli Arteteca si erano sposati sul serio, partì un inciucio (delle dicerie) generale, il cui apice è stato quando alcuni familiari ci chiamarono offesi perché non erano stati inviatati al matrimonio!

Direttamente da “Made in Sud”, gli “Arteteca” salutano RdD [VIDEO]

Oggi stiamo interpretando due giovani modaioli, tecnologici e un po’ sciocchini e vedremo che ne pensa la gente…

Monica: E quindi direi che i personaggi che amiamo di più sono quelli che ancora dobbiamo interpretare!

  • Nella vita di tutti i giorni, magari nei momenti più divertenti, vi capita di immedesimarvi nei vostri personaggi? Quali in particolare?

Monica: I personaggi a cui più assomigliamo nella realtà sono sicuramente gli sposi!

Enzo: Anche un po’ i tamarri…

Monica: A volta anche i dipendenti…

Enzo: Si, tutti tutti!

  • I neo sposini alle prese con le foto, i due alienati dai social network, la nuovissima coppia di fidanzati napoletani…a cosa vi ispirate quando dovete “creare” una nuova coppia di personaggi?

Monica: Ci guardiamo intorno.

Enzo: Si, solo che io sono miope e lei astigmatica e vediamo due cose diverse, quindi litighiamo prima per un paio di mesi e poi ci decidiamo…

Monica: Di scegliere i personaggi?

Enzo: No, di mettere gli occhiali!

Roba da Donne, ringraziandoli anche per l’originale video-saluto, augura loro di continuare la scalata verso il successo sempre con la stessa energia e simpatia che li contraddistingue. In bocca al lupo ragazzi o, come direbbero loro, “BATTITI”!