diredonna network
logo
Stai leggendo: La voce delle donne danneggia il cervello dell’uomo

Benvenute nel Medioevo digitale: "Donne chiatte? Contenitori di sperma". Passato l'8 marzo, finita la festa

Questi sono i numeri! Non c'è nessuna Festa della Donna, perché non c'è niente da festeggiare

Questa Festa della Donna ha bisogno delle tette di Emma Watson

Il dramma dei bacha-bazi: i bambini schiavi sessuali che ballano vestiti da femmina

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

La voce delle donne danneggia il cervello dell'uomo

Uno studio scientifico conferma la disattenzione degli uomini nei confronti delle donne e dei loro discorsi. È tutta colpa della nostra voce.
(foto:Web)

Donne, mettiamoci una mano sul cuore e l’altra sulla coscienza. Se gli uomini spesso non ci ascoltano o sono distratti e non ci danno soddisfazione quando raccontiamo le nostre giornate, i nostri segreti, etc etc è colpa della scienza.
Il prof. Michael Hunter dell’Università di Sheffield ha fatto una ricerca spiegando i motivi biologici che portano l’uomo a perdere attenzione davanti ai discorsi di una donna.
L’inghippo sta tutto nella nostra voce.
Nonostante l’impegno infatti il cervello non riesce per natura a concentrarsi sulla voce femminile a causa dei toni vocali che danneggiano in parte l’area uditiva dell’uomo.

Esistono diverse aeree del cervello che si attivano per la voce maschile e quella femminile, evidenziando come gli uomini riescano ad arrivare subito al punto della questione mentre la donna emettendo suoni con frequenze diverse e complesse, a causa delle dimensioni e della forma delle corde vocali e della laringe, si perde sempre in discorsi più lunghi!

Insomma, stando a questo studio, spesso parlare con loro è solo una grande perdita di tempo.
Che peccato! Ma almeno abbiamo la conferma che gli uomini non capiscono le donne non per cattiveria.

Strano che il professore sia proprio un uomo però, non pensate?