diredonna network
logo
Stai leggendo: Bicipiti come Braccio di Ferro ma senza forza. Il curioso caso di Arlindo

Il Titanic non affondò a causa dell'iceberg: ecco la nuova tesi e le prove

6 modi per riciclare i leggings che non portiamo più

Essere pagate per viaggiare: come si diventa Hotel Tester e quanto si guadagna

Oroscopo dal 19 al 25 gennaio 2017- Come sopravvivere alle stelle

Chiara Ferragni è incinta! Lo scherzo di Fedez alla "suocera" in un video

Sesso anale, la dottoressa De Mari: "Si pratica nelle iniziazioni sataniche. L'omosessualità non esiste"

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Cosa rivela la forma del tuo piede su di te

Ecco perché migliaia di ovetti sorpresa sono naufragati su questa spiaggia tedesca

Bicipiti come Braccio di Ferro ma senza forza. Il curioso caso di Arlindo

Arlindo voleva essere l'uomo con i bicipiti più grandi del mondo. Nonostante sia riuscito nella sua impresa il suo caso è davvero curioso dato che non ha nessuna forza nelle braccia.
(foto:Web)

La storia di Arlindo De Souza è davvero particolare e sta facendo il giro del mondo.
L’uomo ha da sempre il sogno di avere dei bicipiti enormi come quelli di Braccio di Ferro e per ottenere questo risultato si è sottoposto per mesi a iniezioni a base di olio minerale e alcol.
Il sollevatore di pesi 43enne voleva diventare un bodybuilder da record, con i bicipiti più grandi del mondo. I muscoli hanno guadagnato sì incredibile volume ma nonostante le apparenze non hanno acquistato nessuna forza.

(foto:Web)

L’uomo voleva stupire gli altri sportivi che frequentano la palestra di Olinda, cittadina del nord est del Brasile. Secondo i media del Paese ci sarebbero diversi casi di sportivi che hanno ricorso allo stasso stratagemma per ottenere questi risultati.

I medici hanno immediatamente lanciando l’allarme, per paura che qualcuno potesse emulare la stupida idea di Arlindo: questo tipo di iniezioni portano alla formazione di ascessi e hanno effetti nefasti sul tessuto muscolare, provocando anche amputazione degli arti o la morte.
Tra le vittime ci sarebbe addirittura un amico stretto di Arlindo.