diredonna network
logo
Stai leggendo: Rissa a scuola: stavolta i bulli sono i genitori

Caso Diele: Ilaria non è morta perché "la giornata in cui fai una cazzata capita a tutti"

"Mi fanno paura gli uomini che..." quel messaggio di Maria, uccisa dall'ex

"Non accettiamo animali e gay", ma "scusate se sembro troglodita"

Muore a 8 anni mentre va al concerto: le parole di Tiziano Ferro

"Non posso immaginare un mondo senza di te": il cantante dei Linkin Park suicida come Chris Cornell

La ginnasta: "Dai 13 anni sono stata abusata più volte dal medico sportivo"

"Mi staccava la pelle a morsi e mi strappò l'utero": quando la violenza è "normale"

Si scatta un selfie con la sorella che sta partorendo e lo posta con queste parole

"Vi racconto la mia vita con un solo seno"

Quel bacio tra la sieropositiva e il dottore: "La mia vita con l'HIV"

Rissa a scuola: stavolta i bulli sono i genitori

In una scuola media romana due coppie di genitori vengono alle mani per difendere le proprie figlie. Quando il bullismo si tramanda da figli a genitori.
Rissa a scuola: stavolta i bulli sono i genitori.

Eravamo rimasti con negli occhi le immagini del pestaggio nel cortile di una scuola di Bollate e a pochi giorni siamo ancora a raccontarvi un episodio di bullismo.

Roma: una ragazzina è perseguitata da una compagna di scuola e se ne lamenta con i genitori che decidono di prendere la situazione in mano e si recano a scuola per denunciare il caso al preside e trovare una soluzione che possa portare la figlia a tornare a scuola con tranquillità.

Una volta giunti a scuola, però, si imbattono proprio nella ragazzina che “tormenta” la figlia e nella madre di questa.

Scatta la rissa. Il padre aggredisce verbalmente la bulletta che risponde a tono. Gli animi si scaldano fino a quando si alzano le mani e l’uomo aggredisce la ragazzina provocandole lesioni giudicate guaribili in pochi giorni.

Già fermandoci a questo stadio del racconto la situazione è abbastanza grave ma non è finita qui.

Alla “festa” si è presto aggiunto anche il padre della ragazza aggredita che ha deciso di risolvere il tutto a colpi di ascia. Ha infatti impugnato l’arma, estraendola dall’auto, e si è diretto verso l’altro papà deciso a farsi giustizia.

Il tutto è finito, per fortuna, senza altri feriti e con una vetrata rotta.

Ovviamente i genitori (tutti e 4) sono finiti in tribunale con varie accuse che vanno dalle minacce al danneggiamento.

Quando si dice dare il buon esempio!!! VERGOGNA!