diredonna network
logo
Stai leggendo: Oscar Pistorius: al via il processo che lo vede accusato dell’omicidio della fidanzata

La maledizione della lotteria: "Ero più felice prima di vincere al Gratta e Vinci"

Svelate le date di uscita di Frozen 2 e Il Re Leone live action

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Il mio ragazzo ha un tumore al cervello. Dovrei sposarlo?"

Stealthing, il pericoloso "trend" sessuale dello stupro "invisibile": "Sono stata violentata senza accorgermene"

I genitori vogliono continuare la battaglia. Il giudice: "Stop alle cure, deve morire con dignità"

"Buon viaggio piccola Aliena": l'addio di Laura Pausini alla nipotina di 3 anni

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Figlia mia, sopravvivo solo per darti giustizia". Parla la mamma di Tiziana Cantone

A terra con 32 coltellate. "Ho sposato l'uomo che mi ha salvata dall'ex violento"

Oscar Pistorius: al via il processo che lo vede accusato dell'omicidio della fidanzata

Inizia a Pretoria quello che viene definito "il processo del secolo". L'accusato è l'atleta paraolimpico Oscar Pistorius che l'anno scorso ha ucciso a colpi di pistola la fidanzata.
Oscar Pistorius: al via il processo che lo vede accusato dell’omicidio della fidanzata

Inizia oggi a Pretoria il processo che vede imputato per omicidio l’atleta sudafricano Oscar Pistorius.

Sicuramente ricorderete l’accaduto.

Il giorno di S. Valentino di un anno fa Pistorius ha ucciso la fidanzata, la splendida modella Reeva Steenkamp, sparandole diversi colpi di pistola attraverso una porta.

Durante il processo saranno fondamentali le ricostruzioni dei periti.

Secondo la testimonianza dell’atleta, la fidanzata si era nascosta in bagno per fargli una sorpresa di S. Valentino ma lui, scambiandola per un ladro, le ha sparato.

L’accusa, invece, sostiene che si trattò di omicidio volontario scaturito a seguito di un litigio violento (tanto che i vicini avrebbero sentito i due urlare). La perizia balistica, inoltre, dimostrerebbe che la mira fu precisa e i colpi non vennero sparati a caso, come quando si sentono rumori di un intruso o di un potenziale ladro.

Al momento Pistorius è in libertà vigilata ma se verrà giudicato colpevole di omicidio premeditato rischia una condanna all’ergastolo.