diredonna network
logo
Stai leggendo: La carriera hot di un amato protagonista dei telefilm anni ’90

Nostalgia anni '90? È in arrivo la borsa ispirata alle Polly Pocket

Siete pronte per il ritorno di Sandra Oh?

Emily Ratajkowski: gli scatti e il video al lato B che fanno impazzire il web

Gossip girl revival? Blake Lively dice sì, ma c'è chi dice no

Il capo lo manda a casa perché indossa i pantaloncini a lavoro: la risposta di questo ragazzo è semplicemente epica!

Arriva la notte di San Giovanni: 6 riti per trovare l'amore e scoprire chi sposerai

Il rimedio giusto all'allergia da fieno? È... il gin tonic! Lo dice la scienza

Meryl Streep: "Ho giurato che non avrei chiesto mai soldi a un uomo"

Amazon Wardrobe: scegli, prova a casa gratuitamente, poi decidi se comprare

Creazioni in fimo: 3 idee facili, super carine e come realizzarle

La carriera hot di un amato protagonista dei telefilm anni '90

Che fine hanno fatto i personaggi più amati degli anni'90?! Questa volta abbiamo scoperto una svolta decisamente hard di un nerd.
(foto:Web)
(foto:Web)

Ci piace, con un po’ di nostalgia per la bella tv di un tempo, scoprire e raccontarvi che fine hanno fatto i protagonisti delle serie più amate degli anni ’90.
Se Tata Francesca è rimasta sempre affascinante e continua una carriera televisiva dopo aver sconfitto il cancro, se la piccola dolce robottina Vicky ha abbandonato lo showbusiness per diventare biologa, questa volta parliamo del simpaticissimo Screech di Bayside School.
Dustin Diamond, l’attore che interpretava questo amato giovanissimo nerd, dopo il successo del telefilm non ha avuto molta fortuna.
Qualche apparizione televisiva non degna di nota e un film porno auto-prodotto e ironicamente intitolato: “Saved by the smell” (Salvato dall’odore, ndr)

Nel dicembre del 2013, durante un’intervista rilasciata all’OWN Network, dichiarò di essersi amaramente pentito di questa produzione hard, ma ormai le scene hot del tenero Screech rimangono archiviate nella rete.
Addio reputazione.
Addio possibilità di riscatto.
Gli anni ’90 mancano proprio a tutti.