diredonna network
logo
Stai leggendo: Siamo ancora capaci di altruismo? Il video più commovente del web [VIDEO]

"Riposa in pace. So che verrai a cercarmi...", le parole della moglie a Chris Cornell

Perché la fine di un'amicizia è peggio della fine di un amore

Quando Marina Abramovic lasciò che la gente usasse il suo corpo come un oggetto

Oroscopo dal 25 al 31 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Avril Lavigne è morta ed è stata rimpiazzata da un clone": le "prove" dei complottisti

Spora, ecco il mio viso dopo l'incidente: "Questa sono io e la perfezione non esiste"

15 migliori idee per feste a tema diverse dal solito

Terapie di "riorientamento sessuale": "Ecco come si possono curare i gay"

Troppo grassa per Louis Vuitton, ma la modella non ci sta: ecco come ha risposto su Facebook

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Siamo ancora capaci di altruismo? Il video più commovente del web [VIDEO]

Il video virale che sta commuovendo il popolo del web e non solo. Un'idea di SOS Children's Village International, per sensibilizzare le persone sui gravi problemi dei bambini in Siria.
(foto:Web)
(foto:Web)

Questo video realizzato dai volontari norvegesi di SOS Children’s Village International è diventato virale in pochissimo tempo e sta davvero commuovendo tutto il web.
Il video è ambientato ad Oslo, ad una fermata dell’autobus, in pieno inverno.
Un bambino di soli 11 anni è seduto senza cappotto, battendo i denti per la neve e il conseguente freddo pungente.
Chissà come reagiranno i passanti alla vista del piccolo che trema per il freddo. Chissà chi lo aiuterà, chi lo riparerà privandosi del proprio giubbino, chi invece resterà indifferente a questa scena.

SOS Children’s Village International è un’organizzazione no profit nata nel 1949 che tutela i diritti dei minori. Questo video nasce come campagna pubblicitaria per fornire vestiti ai bambini della Siria.
Nessun bambino è stato sfruttato per questo progetto, e non ha corso nessun pericolo.
Un portavoce dell’associazione si sbilancia:

” La gente si dovrebbe preoccupare tanto dei bambini in Siria quanto si sono preoccupati del ragazzino norvegese”.

Ecco il bellissimo video

[members title=”Video riservato agli iscritti” description=”Fai login per vederlo!”]

[/members]