diredonna network
logo
Stai leggendo: Baciami! Decifrato un messaggio vichingo di 800 anni fa

Oroscopo dal 19 al 25 gennaio 2017- Come sopravvivere alle stelle

Chiara Ferragni è incinta! Lo scherzo di Fedez alla "suocera" in un video

Sesso anale, la dottoressa De Mari: "Si pratica nelle iniziazioni sataniche. L'omosessualità non esiste"

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Cosa rivela la forma del tuo piede su di te

Ecco perché migliaia di ovetti sorpresa sono naufragati su questa spiaggia tedesca

Grazia per Jacqueline, la donna che uccise il marito che la picchiava e violentava le figlie

Quando (e dove) ci dà fastidio essere toccati: le zone off-limits del nostro corpo

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno. Ecco perché... è una bufala

Baciami! Decifrato un messaggio vichingo di 800 anni fa

Un messaggio inciso su una tavoletta vichinga risalente al 1.200 è rimasto criptato fino ad oggi. Un ricercatore specializzato in rune è riuscita a decifrarlo; riportava la parola "baciami".
Baciami! Decifrato un messaggio vichingo

Una tavoletta vichinga risalente al 1.200 con inciso un messaggio; anni e anni di studi per cercare di decifrare il testo che si credeva essere, inizialmente, un codice segreto.

K. Jonas Nordby, un giovane runologo dell’Università di Oslo è riuscito nell’impresa.

Svelato, finalmente, il mistero del “codice jötunvillur”, una variante delle rune standard che non dava atto a messaggi sensati ed era difficilmente studiabile perchè  rilevato in pochissime iscrizioni in tutta la Scandinavia.

Il ricercatore è giunto alla conclusione che le tavolette, sulle quali vi erano incise le rune (lettere), venivano utilizzate per scambiarsi dei messaggi brevi e di facile comprensione … gli antenati dei nostri sms.

E il messaggio in questione era diretto e romantico: “baciami”.

Nonostante la carineria incisa sulla tavoletta, Nordby esclude che si possa trattare di uno scambio di “corrispondenza segreta o intima” potrebbe trattarsi molto più realisticamente di un gioco enigmistico o scolastico.

L’antenato del nostro gioco dell’impiccato. 🙂