diredonna network
logo
Stai leggendo: 13anni e incinta di un 27enne: “Nostro figlio è frutto dell’amore”

Paola Turci: "Mai più con un uomo". Niente figli? "Oggi ringrazio il cielo"

Oroscopo dal 30 marzo al 5 aprile- Come sopravvivere alle stelle

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

"Questa è mia figlia poco prima di morire": il disperato gesto di un padre contro il bullismo

13anni e incinta di un 27enne: "Nostro figlio è frutto dell'amore"

Una vicenda particolare che vede come protagonisti due giovanissimi amanti fuorilegge.Un epilogo ingiusto o necessario?!
(foto:Web)

Mestre – un ragazzo di 27 anni è stato condannato per aver avuto rapporti sessuali con una ragazzina di soli 13 anni, di cui però ammette di essere innamorato.
La ragazzina era scappata di casa per andare a vivere con il suo amato ed è rimasta incinta.
Inevitabile l’intervento dei Servizi Sociali che avevano fatto scattare le indagini sul suo fidanzato, di ben 14 anni più grande e maggiorenne.
Il pm Michelozzi ha chiesto per il giovane il minimo della pena. I difensori dell’imputato hanno sostenuto che il 27enne ignorava la reale età della ragazzina, unica possibilità per evitare una condanna. La tesi però non è stata accolta e il ragazzo condannato a 2 anni, 2 mesi e 20 giorni di reclusione.
Un caso, definito dalla difesa, paradossale.
La tredicenne infatti era consenziente.
L’avvocato del 27enne racconta:

“Il mio assistito non sa se è nato il piccolo che lui vorrebbe riconoscere. Per questo abbiamo presentato ricorso, al momento non ha avuto notizie né della ragazza di cui è innamorato, né del figlio”.