diredonna network
logo
Stai leggendo: Ballare e non sentire il peso dei 160 chili

Sai perché i camici dei medici sono verdi o blu?

Chris, 31 anni, dice addio alla sua migliore amica di 89: il post diventa virale

Ecco cosa vuol dire quando trovate del liquido sopra al vostro yogurt

Hater, l'app che ti fa incontrare le persone che odiano le cose che detesti anche tu

Le commoventi parole di questo papà: "Ecco perché prendo ancora i fiori per la mia ex moglie"

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Quando la tua ex ti scrive una lettera di scuse e tu gliela rimandi corretta" con la penna rossa

Questo hotel ha dedicato la sala da Tè alla Bella e alla Bestia: ecco perché vorrete andarci

Quest'uomo ha speso 80mila dollari in chirurgia plastica per diventare come Britney Spears

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Ballare e non sentire il peso dei 160 chili

Una grande passione per il ballo ma il fisico non propriamente di un'etolile. E' la storia di Whitney che si scatena davanti ad una telecamera per promuovere "il volersi bene" a prescindere dalla taglia indossata.
Ballare e non sentire il peso dei 160 chili

“No Body Shame” ovvero “Non vergognarti del tuo corpo”.

E’ questa la campagna promossa da Whitney Way Thore una produttrice radiofonica del North Carolina che, a causa della sindrome dell’ovaio policistico, è rapidamente aumentata di peso, passando da 55 a 160 Kg.

Un cambiamento che ha portato Whitney a scontrarsi con i modelli sociali e culturali moderni dove l’apparire ha un ruolo importantissimo.

Forte e determinata ha così deciso di battersi per se stessa e per tutte le donne come lei, costrette a subire gli sguardi di disapprovazione, atti  discriminanti e frasi umilianti.

Da qualche tempo ha postato sul web dei video dove si esibisce in coreografie divertenti e scatenate con le quali “urla” al mondo che la danza, come la vita, non è questione di peso.

Che dire?  Brava Whitney …

Guarda il video