diredonna network
logo
Stai leggendo: Dylan Farrow: “Woody Allen abusò sessualmente di me”

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Gessica, sfigurata dall'acido: "La strada è lunga, ma tengo duro". Il video messaggio su Facebook

Figli che uccidono i genitori: 7 casi shock

Oroscopo dal 9 al 15 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Dylan Farrow: "Woody Allen abusò sessualmente di me"

La figlia di Mia Farrow, accusa pesantemente l'ex patrigno.
Dylan Farrow: “Woody Allen abusò sessualmente di me”

Nonostante il premio alla carriera ricevuto, la serata dei Golden Globe, non deve essere stata tutta rose e fiori per Woody Allen.

Durante la messa in onda dello spettacolo, infatti, su twitter sono comparsi dei messaggi contro il popolare attore/regista.

Il primo cinguettio è stato quello della ex moglie, Mia Farrow, che in tono polemico ha scritto “E’ arrivata l’ora di prendere il gelato dal frigo e cambiare canale” proprio mentre in tv l’ex marito saliva sul palco per ritirare il premio.

Mia Farrow è stata legata a Woody Allen per parecchi anni fino a quando lui non l’ha lasciata per mettersi assieme alla figlia adottiva Soon Yi.

Il secondo twitter polemico è stato postato dal figliastro Ronan che ha scritto “mi sono perso il tributo a Woody Allen: hanno messo prima o dopo la parte in cui una donna ha pubblicamente confermato che l’ha molestata quando aveva sette anni?”

Ronan faceva riferimento alle parole di Dylan Farrow, sua sorella che ha dichiarato: “Quando avevo 7 anni il mio patrigno, Woody Allen, mi prese per mano, mi portò in una stanza, mi disse di stendermi e di giocare con il trenino di mio fratello. Poi abusò sessualmente di me, sussurrandomi che ero una brava ragazza, che era il nostro segreto, promettendomi che sarei andata con lui a Parigi e sarei stata una star nei suoi film.”

E continua il mito di Allen … regista geniale ma con una vita privata segnata da numerosi scandali.

Voi che ne pensate???