diredonna network
logo
Stai leggendo: Dylan Farrow: “Woody Allen abusò sessualmente di me”

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

La vampiretta è arrivata: per Nikki Reed e Ian Somerhalder è tempo di coccole

Cynthia Nixon come "Miranda": da Sex & The City alla politica

Look da fata dai capelli turchini per Rihanna

Il papà denuncia la mamma no-vax: la parola passa al tribunale

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

Scuola: al via i Licei brevi, 4 anni invece di 5

È morta la mamma di Bea, la bambina prigioniera del suo corpo

Questo è il primo emoji della storia: ha 3700 anni la "faccetta" più antica

Dylan Farrow: "Woody Allen abusò sessualmente di me"

La figlia di Mia Farrow, accusa pesantemente l'ex patrigno.
Dylan Farrow: “Woody Allen abusò sessualmente di me”

Nonostante il premio alla carriera ricevuto, la serata dei Golden Globe, non deve essere stata tutta rose e fiori per Woody Allen.

Durante la messa in onda dello spettacolo, infatti, su twitter sono comparsi dei messaggi contro il popolare attore/regista.

Il primo cinguettio è stato quello della ex moglie, Mia Farrow, che in tono polemico ha scritto “E’ arrivata l’ora di prendere il gelato dal frigo e cambiare canale” proprio mentre in tv l’ex marito saliva sul palco per ritirare il premio.

Mia Farrow è stata legata a Woody Allen per parecchi anni fino a quando lui non l’ha lasciata per mettersi assieme alla figlia adottiva Soon Yi.

Il secondo twitter polemico è stato postato dal figliastro Ronan che ha scritto “mi sono perso il tributo a Woody Allen: hanno messo prima o dopo la parte in cui una donna ha pubblicamente confermato che l’ha molestata quando aveva sette anni?”

Ronan faceva riferimento alle parole di Dylan Farrow, sua sorella che ha dichiarato: “Quando avevo 7 anni il mio patrigno, Woody Allen, mi prese per mano, mi portò in una stanza, mi disse di stendermi e di giocare con il trenino di mio fratello. Poi abusò sessualmente di me, sussurrandomi che ero una brava ragazza, che era il nostro segreto, promettendomi che sarei andata con lui a Parigi e sarei stata una star nei suoi film.”

E continua il mito di Allen … regista geniale ma con una vita privata segnata da numerosi scandali.

Voi che ne pensate???