diredonna network
logo
Stai leggendo: Benedetta Parodi, pentita di essersi rifatta il naso

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Gessica, sfigurata dall'acido: "La strada è lunga, ma tengo duro". Il video messaggio su Facebook

Figli che uccidono i genitori: 7 casi shock

Oroscopo dal 9 al 15 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Benedetta Parodi, pentita di essersi rifatta il naso

Per stare in tema di ricette potremmo affermare che "Così come non tutte le ciambelle riescono con il buco" neppure tutte le operazioni estetiche riescono come si vorrebbe. E' il caso anche di Benedetta Parodi, ricorsa al bisturi per migliorare le fattezze del proprio naso, ma che se potesse tornare indietro...

Oggi predilige la semplicità: “La seduzione passa attraverso un bell’abito e scarpe adeguate”. Benedetta Parodi, punto di forza del palinsesto di La7 con le sue ricette, si racconta a Gente.
“Fabio Caressa è proprio affranto per il mio look sportivo e persevera nel regalarmi scarpe altissime”. Ma lei non cede. La stuzzica però avere un marito che a 45 anni si diverte ancora come un bambino. Benedetta è cambiata: “Il lavoro mi ha reso molto responsabile e la nascita di Matilde, Eleonora e Diego ancora di più. Da quando ci sono loro sono più apprensiva e anche molto simile a come è stata mia madre con me: presente, una buona guida, ma a volte un po’ ‘professoressa’”.

A 40 anni tira alcune somme. Sceglierebbe, dopo 13 anni di matrimonio, ancora Fabio: “Ci siamo indispensabili”. Sul sesso arrossisce, sull’aspetto fisico spiega di aver ceduto alle lusinghe del bisturi per migliorare una parte del suo corpo che non le piaceva, ma che adesso, anche dopo l’intervento, continua a non entusiasmarla; si dice, infatti, pentita di essere ricorsa alle mani di un chirurgo.

L’intervento iniziale doveva essere una semplice asportazione di alcuni polipi, di cui la signora Caressa soffriva da tempo; dato che sarebbe dovuta ricorrere alle cure mediche al naso, decise di affrontare contemporaneamente anche l’intervento estetico, per sfizio, per migliorare il suo aspetto, ma ad operazione conclusa, ammette che se potesse tornare indietro, non cederebbe alla tentazione e non affronterebbe l’intervento estetico, lasciando il suo naso così com’era.

Il naso della Parodi presentava una piccola gobba e una leggera deviazione: se per il primo problema sembra che sia riuscita a porre rimedio con l’intervento, la deviazione sembra essere rimasta immutata, ed era forse il problema più fastidioso per la giornalista, perché le comporta problemi di respirazione.

 

Resta comunque favorevole alla chirurgia estetica, se non non se ne abusa, affermando che quando una donna non si trova in armonia se stessa ed il proprio fisico, ha il diritto di ricorrere alla chirurgia per rimuovere dei disturbi estetici che possono anche provocarle rilevanti problemi di relazioni sociali.