diredonna network
logo
Stai leggendo: C’era una volta Maya (e il suo uomo ideale)

"Sei la mia anima gemella e hai preso il mio cuore quando te ne sei andato". Lo straziante messaggio della fidanzata di Hayden

Da Chiara Ferragni a Mila Kunis: brutta bestia l'invidia dei frustrati

Giurarsi amore eterno con gli anelli con le impronte digitali

Il capo lo manda a casa perché indossa i pantaloncini a lavoro: la risposta di questo ragazzo è semplicemente epica!

Arriva la notte di San Giovanni: 6 riti per trovare l'amore e scoprire chi sposerai

Il rimedio giusto all'allergia da fieno? È... il gin tonic! Lo dice la scienza

Meryl Streep: "Ho giurato che non avrei chiesto mai soldi a un uomo"

Oroscopo dal 22 al 28 giugno - Come sopravvivere alle stelle

Eros e Marica hanno ben due anniversari di nozze e... doppia dedica social

20 anni di Friends: per festeggiare arriva la maratona 24 ore al giorno

C'era una volta Maya (e il suo uomo ideale)

Maya e il mondo degli uomini: organismi monocellulari!
4icingonthecake.blogspot.com
4icingonthecake.blogspot.com

Maya è una ragazza come tante proprio come molte altre ragazze della sua età ha un “ragazzo”.
L’uomo della sua vita si chiama Davide.

La loro storia ha un percorso lungo e tortuoso perché come è giusto che sappiate, i due ragazzi inizialmente non ebbero una storia propriamente idilliaca anzi…
Maya, quando conobbe Davide,  essendo predisposta ad una schizofrenia galoppante, non aveva le idee molto chiare e quindi in principio lo fece soffrire come un cane abbandonato su un ciglio della strada.
Quando finalmente la pulzella si decise a riprenderselo, Davide si prese tutte le rivincite del caso: mise in atto una sfilza innumerevole di vendette e piani diabolicamente studiati a tavolino che gettarono la povera Maya nella disperazione più totale.
La ragazza era così avvilita e sconfortata che trascorreva le sue giornate ad ascoltare  a tutto volume “Mi manchi” di Fausto Leali con lacrimoni agli occhi, fazzoletti e scatola maxi di  biscotti a seguito.

Oggi però, sono una coppia felice. Si potrebbe anche asserire che Davide sia un povero martire della pazza e psicopatica fidanzata Maya.

Lui è l’uomo perfetto:

sempre presente (a meno che non giochi la sua squadra del cuore);

generoso (solo quando Maya non trova nulla che le piaccia davvero);

paziente (a meno che lei non lo esasperi con i suoi continui farfugliamenti ingarbugliati).

Maya sa che non avrebbe mai potuto trovare di meglio e si sente la donna più fortunata del mondo perché quando guarda Davide negli occhi riesce a vederci solo tanto amore.

E come dice sempre la nostra giovane protagonista, “finché qualcosa dentro di te ti dirà di lottare per un amore e di andare avanti, fallo!”
Anche se il tuo “lui” non è perfetto… A volte ne vale davvero la pena.