diredonna network
logo
Stai leggendo: Di Caprio dice le parolacce

Programmazione TV natalizia: tutti i film da guardare durante le feste

Chiara Ferragni è incinta! Lo scherzo di Fedez alla "suocera" in un video

I tweet scioccanti dell'ex ragazzo della terza C

Lola Kirke, la risposta dell'attrice agli insulti per quei peli sotto le ascelle sul red carpet

A chi interessa se Tiziano Ferro ha un fidanzato e con chi vuole un figlio

Perché la morte del Dottor Shepherd ha salvato la vita di Patrick Dempsey

Pochette: segreti e storia di un accessorio senza tempo!

Oltre Grey's Anatomy: una nuova serie tv per Ellen Pompeo

Oroscopo dal 19 al 25 gennaio 2017- Come sopravvivere alle stelle

7 scarpe che dovreste comprare durante i saldi (perché saranno di moda anche l'anno prossimo)

Di Caprio dice le parolacce

“The Wolf of Wall Street” è il film dove il termine 'fuck' viene ripetuto per più volte all'interno di una pellicola
Di Caprio dice le parolacce

Guai a chi ci tocca Di Caprio dai tempi di Titanic. Era il nostro mito dell’adolescenza ed è cresciuto insieme a noi. Non ci perdiamo un suo film e siamo in attesa di vederlo nell’ultimo capolavoro di Martin Scorsese ‘The wolf of Wall Street’, in uscita il prossimo 23 Gennaio nelle sale italiane.

Il film narra ascesa e declino di un giovane broker di New York che mischia avidità e sete di potere con droga e dissolutezza, marchi di fabbrica della Wall Street degli anni Novanta.

Quello che ci chiediamo è se, nella sua traduzione italiana, l’americanissimo ‘fuck’ proferito da Di Caprio, verrà pronunciato per ben 569 volte come nella versione originale.

Calcolatrice alla mano, 569 ‘fuck’ in 179 minuti fa una media di un ‘fuck’ ogni 20 secondi circa e considerando che nel film ci saranno anche musiche e momenti di silenzio (sono necessari per godere del nostro idolo!) la quantità di ‘fuck’ per minuto si alza esponenzialmente.

E dato che in redazione sappiamo come finirà il film, ci chiediamo se Di Caprio userà proprio questa esclamazione per commentare la fine della storia! Come finisce? Beh… Il cinema vi aspetta 😉