diredonna network
logo
Stai leggendo: Larva Gigante nella terra dei fuochi: la bufala web che diventa virale

Gli insulti stupidi ad AstroSamantha per il nome della figlia (e forse è pure una bufala)

Inchiesta choc: "Ecco chi sono gli oltre 200 religiosi pedofili in Italia" che continuano a fare i preti

Grey's Anatomy: nuove stagioni già in programma?

La magia de l'Incantevole Creamy torna in tv: ecco quando e dove

Lui la dà alla fiamme. Lei lo difende dalla D'Urso. Momento di TV shock

"Streghe": è in arrivo un prequel della serie?

Oroscopo dal 12 al 18 gennaio 2017 - Come sopravvivere alle stelle

La dedica di Ryan Gosling è la più commovente dichiarazione d'amore di sempre

"Se hai il ciclo non puoi entrare": la rivolta social delle donne indiane

Siamo fatti così: torna in tv il cartone che racconta il corpo umano. Ecco quando e dove

Larva Gigante nella terra dei fuochi: la bufala web che diventa virale

Larva gigante nella Terra dei Fuochi?!Tutta una bufala: ecco la verità.
(foto:Web)

In poche ore, grazie alla condivisione sui social network, si è diffusa la notizia di una larva gigante caduta dal cielo a Capriati.

Una larva di dimensioni terribili che emette suoni spaventosi, definiti “equini”.

Un killer silenzioso, denominato il punteruolo rosso, che ha sterminato milioni di palme giganti.
In realtà, questa notizia è stata fortemente ingigantita attraverso una foto fake.
La vera larva è solo un paio di volte più grande di uno scarafaggio, un aumento di massa dovuto alle radiazioni dei rifiuti.

Questo il testo, fuorviante, che si poteva leggere sui siti campani: “I vigili del Fuoco hanno rinvenuto a Capriati al Volturno una larva gigante di punteruolo rosso, (Rhynchophorus ferrugineus) micidiale parassita di molte specie di palme, famosa per aver distrutto milioni di piante negli ultimi tempi in Italia. La larva, dalle dimensioni incredibili, era ancora viva ed emetteva acuti striduli da poter essere confusi con un nitrito di cavallo”.

Inutile dire che i vigili di Capriati, interrogati al riguardo, sono caduti (dalle nuvole questa volta).