diredonna network
logo
Stai leggendo: La cioccolata riduce il rischio di diabete

"Ieri mi ha detto che sono bellissima": la lettera della moglie malata al marito

Vampiri energetici: come riconoscerli e imparare a difenderti da loro

"Quando me ne sarò andato": questo padre ha lasciato a suo figlio un messaggio lungo tutta una vita

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Dice basta a una dieta da 500 calorie, ma il web la insulta

Oroscopo dal 20 al 26 aprile - Come sopravvivere alle stelle

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Perché ho realizzato per la mia bambina una festa a tema... cacca"

La fitness blogger che ha deciso di non depilarsi: "Voglio essere di ispirazione per le altre donne"

Titanic: ma Jack poteva salvarsi sulla porta-zattera con Rose? Ecco la risposta

La cioccolata riduce il rischio di diabete

Cioccolato, un aiuto per la salute che non ci aspettiamo.
(foto:Web)

Sempre di più il cioccolato viene considerato come un alimento importante per la salute.
Studiosi e amanti della cucina di tutto il mondo esaltano le proprietà di questa leccornia, per anni etichettata come cibo grasso e pericoloso per la linea.
La cioccolata in realtà aiuta anche a ridurre il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2, ovvero quello alimentare, perchè ricco di flavonoidi.

È il risultato di un lungo studio dei ricercatori della University of East Anglia medical school insieme a quelli del King’s college di Londra che hanno controllato le abitudini alimentari e monitorato l’insulino-resistenza e i livelli di glucosio nel sangue di oltre duemila donne.
Ad avere queste proprietà non solo il cioccolato ma anche i frutti di bosco, il tè, l’uva rossa, timo e sedano.
“Abbiamo scoperto che coloro che consumavano grandi quantità di cibi contenenti flavonoidi e antocianine avevano livelli di insulino resistenza molto più bassi rispetto a chi, invece, non li assumeva – spiega Aedin Cassidy a capo dell’indagine- Abbiamo anche scoperto che chi mangiava molte antocianine era anche meno esposta all’infiammazione cronica, stato che si associa a malattie croniche molto frequenti come diabete, obesità, patologie cardiovascolari e cancro”.