diredonna network
logo
Stai leggendo: La cioccolata riduce il rischio di diabete

Chris, 31 anni, dice addio alla sua migliore amica di 89: il post diventa virale

Ecco cosa vuol dire quando trovate del liquido sopra al vostro yogurt

Hater, l'app che ti fa incontrare le persone che odiano le cose che detesti anche tu

Le commoventi parole di questo papà: "Ecco perché prendo ancora i fiori per la mia ex moglie"

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Quando la tua ex ti scrive una lettera di scuse e tu gliela rimandi corretta" con la penna rossa

Questo hotel ha dedicato la sala da Tè alla Bella e alla Bestia: ecco perché vorrete andarci

Quest'uomo ha speso 80mila dollari in chirurgia plastica per diventare come Britney Spears

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Torna il Nokia 3310, il cellulare indistruttibile della nostra adolescenza!

La cioccolata riduce il rischio di diabete

Cioccolato, un aiuto per la salute che non ci aspettiamo.
(foto:Web)

Sempre di più il cioccolato viene considerato come un alimento importante per la salute.
Studiosi e amanti della cucina di tutto il mondo esaltano le proprietà di questa leccornia, per anni etichettata come cibo grasso e pericoloso per la linea.
La cioccolata in realtà aiuta anche a ridurre il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2, ovvero quello alimentare, perchè ricco di flavonoidi.

È il risultato di un lungo studio dei ricercatori della University of East Anglia medical school insieme a quelli del King’s college di Londra che hanno controllato le abitudini alimentari e monitorato l’insulino-resistenza e i livelli di glucosio nel sangue di oltre duemila donne.
Ad avere queste proprietà non solo il cioccolato ma anche i frutti di bosco, il tè, l’uva rossa, timo e sedano.
“Abbiamo scoperto che coloro che consumavano grandi quantità di cibi contenenti flavonoidi e antocianine avevano livelli di insulino resistenza molto più bassi rispetto a chi, invece, non li assumeva – spiega Aedin Cassidy a capo dell’indagine- Abbiamo anche scoperto che chi mangiava molte antocianine era anche meno esposta all’infiammazione cronica, stato che si associa a malattie croniche molto frequenti come diabete, obesità, patologie cardiovascolari e cancro”.