diredonna network
logo
Stai leggendo: La cioccolata riduce il rischio di diabete

Assomigliamo ai nostri nomi: uno studio lo dimostra

I riti e i significati del matrimonio indiano: l'amore è sempre combinato?

Come pulire la lavatrice: 4 rimedi fai da te super efficaci

Da "scopa di più" a "Una signorina non...": le frasi sessiste che diciamo ogni giorno

Andrea Pace, la lettera della sorella per dire addio al piccolo Masterchef Junior

Esperimento: "Vi raccontiamo come è facile fingersi una star di Instagram e farsi pagare dai brand"

Come funziona la pianta mangiafumo?

"Nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia": la forza dell'amore di quest'uomo

L'uomo affida messaggi d'amore in bottiglia al mare: va a finire così

Shannen Doherty, selfie con i capelli: "Mi sento di nuovo donna"

La cioccolata riduce il rischio di diabete

Cioccolato, un aiuto per la salute che non ci aspettiamo.
(foto:Web)
(foto:Web)

Sempre di più il cioccolato viene considerato come un alimento importante per la salute.
Studiosi e amanti della cucina di tutto il mondo esaltano le proprietà di questa leccornia, per anni etichettata come cibo grasso e pericoloso per la linea.
La cioccolata in realtà aiuta anche a ridurre il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2, ovvero quello alimentare, perchè ricco di flavonoidi.

È il risultato di un lungo studio dei ricercatori della University of East Anglia medical school insieme a quelli del King’s college di Londra che hanno controllato le abitudini alimentari e monitorato l’insulino-resistenza e i livelli di glucosio nel sangue di oltre duemila donne.
Ad avere queste proprietà non solo il cioccolato ma anche i frutti di bosco, il tè, l’uva rossa, timo e sedano.
“Abbiamo scoperto che coloro che consumavano grandi quantità di cibi contenenti flavonoidi e antocianine avevano livelli di insulino resistenza molto più bassi rispetto a chi, invece, non li assumeva – spiega Aedin Cassidy a capo dell’indagine- Abbiamo anche scoperto che chi mangiava molte antocianine era anche meno esposta all’infiammazione cronica, stato che si associa a malattie croniche molto frequenti come diabete, obesità, patologie cardiovascolari e cancro”.