diredonna network
logo
Stai leggendo: Il rossetto: cura il cattivo umore e aumenta l’autostima

Oroscopo dal 30 marzo al 5 aprile- Come sopravvivere alle stelle

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

Il Paese più felice del mondo non è più la Danimarca? E l'Italia a che posto è?

Disegna il tuo papà!? Il risultato è sorprendente (e dolcissimo)

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Divorziano dopo 19 anni: lui le invia questi fiori con questo biglietto

Dal satanismo al sesso: la bufala dei messaggi subliminali di Art Attack

Questa è la proposta di matrimonio più bella del mondo

Il rossetto: cura il cattivo umore e aumenta l'autostima

Il rossetto?Molto più che un semplice trucco. Aumenta l'ottimismo e il buon umore.
(foto:Web)

Fin da bambine noi donne ci trucchiamo per sentirci più belle, desiderate, letteralmente colorate.
La rivista tecnico-scientifica Cosmetics and toletries science applied ha sottolineato l’importanza del trucco, utilizzando il rossetto come barometro dell’umore di ogni donna.
Non importa infatti dove ti trovi, che sia al supermercato, ad una serata importante, in ufficio, e via dicendo, il rossetto disegna e rende più morbide le labbra, aumentando l’autostima e il buon umore.
Rachel Mallon, autore della rassegna, evidenzia come i rossetti siano molto più che semplici cosmetici: esaltano le espressioni, sono sinonimi di seduzione, femminilità ed emancipazione.
Non a caso le vendite dei lipstick aumentano in periodi di crisi.

Negli Stati Uniti i rossetti hanno registrato un incremento dell’11% nell’ultimo anno, come se il rossetto, magicamente possa donare forza e ottimismo.

Anche in Europa, durante la crisi, il mercato del make-up ha registrato un aumento del 2,4% tra rossetti e smalti.
Ci credereste che per le labbra, noi italiane in meno di 365giorni abbiamo speso 185,6 milioni di euro?!
Eppure se basta davvero così poco per sentirsi delle regine e dimenticare i problemi, perchè no?