diredonna network
logo
Stai leggendo: La suora – mamma di Rieti: “Non so dove andare, ma voglio fare la mamma”

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

"Questa è mia figlia poco prima di morire": il disperato gesto di un padre contro il bullismo

Perdono i genitori in una settimana: il mondo si mobilita per pagare il mutuo ai tre fratelli

"Lui, il grande fotografo, che mi fotografava bambina e mi stuprava"

La suora - mamma di Rieti: "Non so dove andare, ma voglio fare la mamma"

La suora di Rieti che ha partorito rompe il silenzio e si racconta.
La suora – mamma di Rieti: “Non so dove andare, ma voglio fare la mamma”

 

Pochi giorni fa, la notizia di una suora che ha messo al mondo un bambino.
La sorella 33enne continua ad ammettere candidamente di non essere a conoscenza del suo stato di attesa fino al parto, ma almeno adesso è più consapevole di dover abbandonare l’abito da suora e il convento delle Piccole Discepole di Gesù.

“Ho sofferto a lungo per una cistite e per una gastrite, ero in cura da un medico, prendevo un sacco di farmaci, pensavo che il gonfiore dipendesse anche dal fatto che digerivo male e non ho badato nemmeno al ritardo del ciclo. Io di sicuro mi prenderò cura del mio bambino, perché è un dono di Dio” ha annunciato la religiosa, che sembra non essere minimamente preoccupata del suo futuro e tanto meno non prova dei rimpianti verso le sue consorelle.

Il piccolo è stato chiamato Francesco, molto probabilmente in onore di Papa Bergoglio.
La suora poi, intervistata dai giornali nonostante avesse chiesto il silenzio, ammette che anche al suo paese, in El Salvador, questa storia è in prima pagina e questo la spaventa molto.
Secondo la ricostruzione dei fatti sembra che la vicenda sia iniziata proprio nel suo Paese di origine tra marzo e aprile dell’anno scorso, quando la suora tornò a casa per rinnovare il suo passaporto.
La suora potrebbe avere incontrato una vecchia fiamma alla quale non ha saputo resistere.

Nel frattempo la Caritas diocesana ha offerto alla suora di trasferirsi in una struttura per ragazze madri, gestita dallo stesso ente ma lontano da Rieti.