diredonna network
logo
Stai leggendo: Spotify elimina i limiti di tempo e torna gratis

Gli insulti stupidi ad AstroSamantha per il nome della figlia (e forse è pure una bufala)

"Se hai il ciclo non puoi entrare": la rivolta social delle donne indiane

Vittima di bullismo, si suicida davanti al padre

Oroscopo dal 19 al 25 gennaio 2017- Come sopravvivere alle stelle

Chiara Ferragni è incinta! Lo scherzo di Fedez alla "suocera" in un video

Sesso anale, la dottoressa De Mari: "Si pratica nelle iniziazioni sataniche. L'omosessualità non esiste"

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Cosa rivela la forma del tuo piede su di te

Ecco perché migliaia di ovetti sorpresa sono naufragati su questa spiaggia tedesca

Spotify elimina i limiti di tempo e torna gratis

Spotify: addio limiti di tempo, torna l'ascolto gratuito della musica in streaming.
(foto:Web)

Spotify, la piattaforma di streaming musicale più amata al mondo, ha eliminato i limiti di 10 ore mensili di ascolto.

“In passato abbiamo dovuto limitare il tuo ascolto ad alcune ore al mese alla fine del periodo di prova senza limiti di 6 mesi. Ma ora non avrai più limiti di tempo nella versione gratuita di Spotify. Abbiamo rimosso completamente le limitazioni su tutte le piattaforme; ora puoi ascoltare le tue canzoni preferite tutte le volte che vuoi, per tutto il tempo che vuoi”.
Una notizia che è piaciuta molto a tutti gli utenti del mondo.
Ridurre le ore di ascolto gratuito aveva portato inizialmente molti utenti a sottoscrivere un abbonamento Premium di circa 10 euro.
Da un mese l’ascolto gratuito è anche in versione mobile.
Nella versione gratuita per dispositivi mobili di Spotify, digitando il nome di un artista, l’applicazione ne mostrerà tutti i titoli e ne avvierà la riproduzione in ordine casuale, come in iTunes Radio.

Per questo cambio di rotta, come in ogni caso, è doveroso ringraziare la concorrenza: il 21 gennaio negli USA uscirà infatti un nuovo servizio in streaming, Beats Music.

Quando a godere è solo il consumatore.