diredonna network
logo
Stai leggendo: La Birra rende più intelligenti

Cacciata dalla piscina per il costume che indossa, il fidanzato si sfoga su Facebook

"Cosa mi ha insegnato il suicidio di mia mamma"

Da Chiara Ferragni a Mila Kunis: brutta bestia l'invidia dei frustrati

Giurarsi amore eterno con gli anelli con le impronte digitali

Il capo lo manda a casa perché indossa i pantaloncini a lavoro: la risposta di questo ragazzo è semplicemente epica!

Arriva la notte di San Giovanni: 6 riti per trovare l'amore e scoprire chi sposerai

Il rimedio giusto all'allergia da fieno? È... il gin tonic! Lo dice la scienza

Meryl Streep: "Ho giurato che non avrei chiesto mai soldi a un uomo"

Oroscopo dal 22 al 28 giugno - Come sopravvivere alle stelle

Eros e Marica hanno ben due anniversari di nozze e... doppia dedica social

La Birra rende più intelligenti

La birra rende più intelligenti: questo il risultato di una ricerca che ha analizzato il comportamento di 40 uomini.Ecco perchè certi scrittori folli erano geni.
(foto:Web)
(foto:Web)

La birra rende più intelligenti e lo conferma una ricerca degli studenti dell‘Università dell’Illinois a Chicago.
I ricercatori hanno deciso di sottoporre circa 40 uomini ad un esperimento. Gli scienziati hanno osservato gli uomini, sottoponendoli a dei quiz di logica, dividendoli in due categorie: i bevitori di birra e gli astemi. 
I bevitori di birra sono stati in grado di risolvere il 40% in più dei problemi, e più velocemente, con una media di 3,5 secondi in meno rispetto ai sobri.

La psicologa che ha condotto la ricerca, Jennifer Wiley, ha spiegato: “Abbiamo scoperto che le persone con una piccola percentuale alcolica nel sangue non sono brave nei compiti che coinvolgono la memoria, diversamente riescono a risolvere problemi di tipo creativo”
Secondo la studiosa questo spiega come mai scrittori fuori di testa come Ernest Hemingway, John Cheever o Charles Bukowski siano stati in grado di produrre capolavori. “A volte l’aspetto creativo viene fuori dopo aver bevuto un paio di bicchieri a cena”.

 

(A conferma della tesi: i difetti che ti rendono più intelligente)