diredonna network
logo
Stai leggendo: Saldi 2014: ecco quanto durano regione per regione

Tutta colpa di Twiggy (e di Mary Quant) se le cattive ragazze indossano la minigonna

I tacchi che fanno l'occhiolino e sono "Better Than Sex - Meglio del sesso"

Il maglione trasparente firmato Calvin Klein è già sold out (non nella versione da donna)

Oysho autunno/inverno 2017/18

Calze per "gambe" da sirena , piedi da fiaba e intimo da sognare

Primark lancia una versione low cost delle sexy decolleté di Minnie

Scarpe autunno/inverno 2017/18: tutti i modelli must-have e le tendenze

Arrivano le Adidas a prova di birra. Per l'Oktober Fest e le notti brave

Effetto peluche, frasi, colori: 7 tendenze moda di questo autunno/inverno 2017/18

Borse in neoprene, la nuova frontiera della moda?

Saldi 2014: ecco quanto durano regione per regione

Saldi 2014: ecco quanto durano regione per regione.(E attente alle truffe!)
(foto:Web)
(foto:Web)

Mai come quest’anno donne (e uomini) di tutta Italia hanno atteso i saldi per concedersi qualche sfizio. 

In molti negozi a dire il vero, a causa della crisi, gli sconti erano già iniziati prima delle date ufficiali. 

Il 2 gennaio è stata la data ufficiale dell’inizio dei saldi a Napoli e in Campania. In tutte le altre regioni d’Italia i grandi sconti sono iniziati sabato,  fa eccezione la Sardegna che ha iniziato addirittura il 6 dicembre per aiutare le popolazioni alluvionate. Il flusso negativo di acquisti che ha segnato il 2013 ha spinto la Codacons a chiedere al ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, di liberalizzare la gestione dei saldi, consentendo ai negozianti di decidere in autonomia la data di inizio e fine, come concesso ai commercianti del Trentino Alto Adige.

Quando finiscono queste grandi offerte?

Ecco, regione per regione, la data che segnerà la fine degli sconti. Affrettatevi dunque, non si vive di solo amore.

 Abruzzo 4 marzo; Basilicata 2 marzo; Calabria 28 febbraio; Campania 3 mesi a partire dal 2 gennaio; Emilia Romagna 2 mesi a partire dal 4; Friuli Venezia Giulia 31 marzo; Lazio 15 febbraio; Liguria 18 febbraio; Lombardia due mesi; Marche 1 marzo; Molise due mesi; Piemonte due mesi; Puglia 28 febbraio; Sicilia 15 marzo; Toscana 5 marzo; Umbria due mesi; Valle d’Aosta 28 febbraio; Veneto 5 marzo.

 

(Diffidare sempre dagli sconti superiori al 50% e tenete sempre a mente alcune buone regole per evitare le truffe: state attente che sull’etichetta vengano evidenziati 3 dati: il prezzo originale, la percentuale di sconto e il prezzo finale; conservate sempre lo scontrino, anche in saldo i prodotti difettosi possono essere sostituiti e controllate che il prezzo indicato non venga poi modificato al momento del pagamento)