diredonna network
logo
Stai leggendo: Regalopoli

Questo hotel ha dedicato la sala da Tè alla Bella e alla Bestia: ecco perché vorrete andarci

Quest'uomo ha speso 80mila dollari in chirurgia plastica per diventare come Britney Spears

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Torna il Nokia 3310, il cellulare indistruttibile della nostra adolescenza!

Mamma single si traveste da papà per accompagnare il figlio all'evento della scuola

L'annuncio di lavoro dei sogni: essere pagate per assaggiare cioccolato

Jessica, perde la memoria ma si innamora di nuovo dello stesso uomo

Il tuo account Instagram potrebbe dire molto sulla tua salute mentale

"Ma cosa fai tutto il giorno?" Ecco la risposta di una mamma che non lavora

Oroscopo dal 9 al 15 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Regalopoli

Ovvero come scegliere il regalo sbagliato senza nemmeno passare dal via
Regalopoli

Gli uomini, come è ovvio, si dividono in due grandi categorie: quelli che sanno fare un regalo e quelli che non lo azzeccano manco a provarci. La seconda categoria, tuttavia, è tutta un brulicare di sottospecie pericolosissime in cui tutte noi donne, prima o poi, ci siamo imbattute. Ecco qui un vademecum per riconoscere il vostro maschio donatore.

Il pigro

Trattasi della categoria più diffusa: quello che piuttosto che comprare un regalo si segherebbe due falangi. Si riduce alla vigilia del 24 a comprare la prima cosa che capita nell’unico negozio dove trova poca confusione oppure recupera un oggetto a caso visto in una vetrina mentre si trova in centro per qualche motivo contingente.

Pro: se il negozio di cui sopra è una gioielleria, potrebbe anche andarvi bene

Contro: di solito il genere “pigro” è abbinato al “monotono” del punto seguente.

Il monotono

Natale dopo Natale, non si schioda dalla stessa tipologia di regalo “cuscinetto”: la sciarpa, le pantofole, il pigiama, il profumo. Noioso e poco attento alle esigenze della sua femmina.

Pro: è talmente prevedibile che se un anno dovesse arrivare a casa con un completino rosso fiamma di pizzo, potete iniziare a sospettare che vi tradisca e che quella meraviglia non fosse destinata a voi. Assumete un investigatore.

Contro: vi ritroverete con una collezione di accessori che manco nonna Abelarda. Anche perché, di solito, la categoria “monotono” è abbinata a quella “tristarello” del punto seguente.

Il tristarello

È quello che vi regala qualunque cosa sia anonima: la borsa marroncina, il cappotto beige, il rossetto rosa carne neanche un po’ lucido perché “a una signora non si addice”, i guanti color pantegana, il profumo che usava sua zia, le scarpe a mocassino di lacca nocciola, gli orecchini a cerchietto di oro giallo che manco alla prima comunione.

Pro: Di solito trattasi di prodotti di firma perché il tristarello proviene da buona famiglia e prende come esempio la madre, solitamente cotonata e con un filo di perle al collo. Potete sempre fingere di aver perso il regalo in questione. E rivenderlo.

Contro: se non avete cuore di rivendere/cambiare/fingere di aver perso il regalo di cui sopra, rassegnatevi a diventare la copia di Nilla Pizzi da giovane.

Il tecnologico

È quello che vi regala qualunque cosa sia alimentata da corrente, batteria e che in teoria dovrebbe semplificarvi la vita.

Pro: finché si tratta di cellulari, e-book reader, computer, tablet, potrebbe anche andarvi bene.

Contro: di solito il tecnologico ha una insana tendenza a scovare le cose più improponibili, tipo la macchina per cuocere lo zampone che si usa forse una volta all’anno e occupa lo stesso spazio di una portaerei.  Organizzatevi con una cantina spaziosa.

Lo sportivo

Categoria pericolosissima. È quello che vi regala tutto l’occorrente per gli sport più assurdi immaginabili, che ovviamente pratica con grande trasporto e nei quali vi vorrebbe coinvolgere. Peccato che la vostra idea di sport estremo sia al  massimo lo shopping il primo giorno dei saldi o la stesura dello smalto su una superficie non perfettamente orizzontale.

Pro: se riesce a trasmettervi il suo amore per l’attività fisica, vi ritroverete a breve con una fisicata pazzesca che neanche nei vostri più rosei sogni immaginavate. E sorvolerete anche sui pantaloncini con rinforzo per andare in bicicletta che avete trovato sotto l’albero.

Contro: gli oggetti sportivi sono poco utilizzabili in altro modo. Usare la magliettina in pile fosforescente per andare in ufficio non è indicato. E le ciaspole come vassoio per il caffè possono essere poco  pratiche.

 

L’alternativo

Pericoloso quanto il soggetto al punto precedente, è quello che vi regala tutte le cose più impensabili del mondo purché provenienti da mercato equo e solidale: la campanella tibetana per favorire il rilassamento, il maglione in bava di bruco svizzero per una naturale traspirazione della pelle, il berrettino in lana di capra himalayana con i pon pon per incrementare il micro credito, la crema di alga antartica per una pelle di seta.

Pro: solitamente gli uomini di questa categoria hanno un cuore grande. E difficilmente si accoppiano con qualcuno che non abbia gli stessi gusti. Se vi chiamate Crudelia De Mon e girate vestite di pelo di cucciolo dalmata, difficilmente un uomo alternativo vi degnerà di uno sguardo, se non per insultarvi.

Contro: è irriducibile. Quindi se l’amore è amore, pensate alla buona azione nascosta dietro un regalo potenzialmente inutile.

L’invisibile

È l’uomo che non esiste: il rimpianto di tutte le donne single che vorrebbero avere un uomo perché sotto le feste sentirsi sole è più facile. Ma consolatevi, signore: leggete le righe sopra, e ricordatevi che ci sono sempre le amiche, sia per tenervi compagnia che per regalarvi qualcosa. E, di solito, hanno più buon gusto!