diredonna network
logo
Stai leggendo: Anche gli uomini hanno un orologio biologico

Disneyland Paris è alla ricerca di... cattivi. Se lo sei, manda il tuo cv

Quei bambini perduti che, ogni anno, spariscono nel nulla

Quello che le influencer non ci dicevano (ma ora sono obbligate)

La Balena Felice e la Pink Whale contro Blue Whale, il gioco del suicidio social

Maturità: 6 trucchi per ricordare quello che si studia

"Ho lasciato che mia figlia cambiasse sesso a 4 anni e ne sono felice": la storia di Kai e di mamma Kimberly

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Cristian Fernandez: il bambino che rischia l'ergastolo

Maturità 2017, ecco le date degli esami e cosa c'è da sapere

Tenta il suicidio l'ex che ha sfigurato Gessica Notaro con l'acido

Anche gli uomini hanno un orologio biologico

Un nuovo studio correla la qualità dello sperma all'età dell'uomo, dimostrando che non solo le donne hanno un orologio biologico da rispettare!
Il fatto che noi donne abbiamo un orologio biologico era già notizia risaputa, e non si tratta semplicemente della fretta di avere un bambino. Le ricerche dimostrano che è più difficile avere un bambino dopo i 35 anni e le probabilità di averne uno con malattie genetiche aumenta con l’alzarsi dell’età.

Ci siamo però stupite scoprendo da un ricerca recentemente pubblicata che anche gli uomini hanno una finestre temporale per diventare papà. Stando ad un studio del King’s College di Londra, gli uomini che diventano papà da vecchi hanno molte probabilità di avere un figlio autistico o schizofrenico.

I ricercatori hanno studiato più di 100.000 persone: il risultato ha rivelato che 33 bambini ogni 10.000 nati da un uomo dai 40 anni in su sono autistici. Si tratta di un aumento del 475% in paragone ai bambini di uomini che avevano meno di 30 anni quando li hanno concepiti.

Perché questo succede? I ricercatori erano già al corrente che delle mutazioni spontanee possono accadere agli ovuli della donna, ma hanno scoperto che queste mutazioni possono avvenire anche nello sperma con l’aumentare dell’età. Ma non solo. Una moltitudine di fattori nello stile di vita possono influire, tra cui il fumo, la qualità della propria dieta alimentare, l’intensità dello stress e la mancanza di sonno.

E’ bello dunque sapere che la salute del bambino non dipende solo da noi mamme. Ma attenzione, sono molti i fattori che contribuiscono all’autismo mentre il feto è in crescita! Gli scienziati consigliano sempre una dieta equilibrata e poca attività fisica.