diredonna network
logo
Stai leggendo: Scopre un vecchio bot a casa dei nonni e diventa ricchissima

Amazon Wardrobe: scegli, prova a casa gratuitamente, poi decidi se comprare

Creazioni in fimo: 3 idee facili, super carine e come realizzarle

Pronte a comprare i mobili Ikea su Amazon?

Internata in una clinica psichiatrica per impedirle di abortire: la drammatica storia di questa ragazza

Maturità 2017: ecco tutte le tracce della prima prova

Sexting, quella "prova d'amore" che può costare la vita

"Perché mi dice che le faccio schifo?": la risposta di Sergio Sylvestre contro gli haters

Jovanotti e la lettera di Pif: "Mi fa schifo chi se ne sbatte dei disabili"

Saldi estivi 2017: quando iniziano Regione per Regione e i must have della stagione!

Spose bambine: perché migliaia di minorenni si sposano ogni anno negli USA

Scopre un vecchio bot a casa dei nonni e diventa ricchissima

Una donna di Macerata trova un vecchio bot a casa dei nonni e diventa ricca. Ecco la sua storia, e qualche consiglio nel caso la fortuna aiuti anche voi.
(foto:Web)
(foto:Web)

È successo a Macerata. Una casalinga, separata e madre di tre gemelli, durante i lavori di ristrutturazione della casa dei nonni, ha trovato in soffitta una scatola contenente un involucro ricco di ricordi tra i quali un certificato di debito pubblico dello Stato Italiano del 1956, dal valore di 50mila lire.

Il titolo è stato fatto stimare da Agitalia, a cui si è rivolta la donna, a un nostro consulente contabile ed è risultato un valore monetario attuale, tra interessi, rivalutazione e capitalizzazione, per circa 57 anni di giacenza nelle casse dello Stato di 185mila euro (calcolo effettuato dal 2 luglio 1956 al 15 ottobre 2013).
La donna ha quindi inoltrato la richiesta al Ministero dell’Economia e a Bankitalia per la restituzione della somma maggiorata con tutti gli emolumenti di legge.
Nel frattempo è stata avviata anche la procedura di mediazione tornata obbligatoria a seguito delle recenti riforme normative.
Che dire?! Beata lei!
Corro a casa di nonna che si sa mai.

(Per informazioni relative alla riscossione dei libretti bancari o dei buoni postali scaduti è sufficiente visitare il sito www.agitalia.info o scrivere alla Associazione all’indirizzo [email protected] per ricevere telematicamente e gratuitamente tutte le informazioni necessarie a riscuotere i titoli di credito dei decenni passati.)