diredonna network
logo
Stai leggendo: Scopre un vecchio bot a casa dei nonni e diventa ricchissima

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Cynthia Nixon come "Miranda": da Sex & The City alla politica

Look da fata dai capelli turchini per Rihanna

Il papà denuncia la mamma no-vax: la parola passa al tribunale

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

Scuola: al via i Licei brevi, 4 anni invece di 5

È morta la mamma di Bea, la bambina prigioniera del suo corpo

Questo è il primo emoji della storia: ha 3700 anni la "faccetta" più antica

Itzel, la ragazza di 15 anni che ha ucciso il suo stupratore, è stata assolta

Scopre un vecchio bot a casa dei nonni e diventa ricchissima

Una donna di Macerata trova un vecchio bot a casa dei nonni e diventa ricca. Ecco la sua storia, e qualche consiglio nel caso la fortuna aiuti anche voi.
(foto:Web)
(foto:Web)

È successo a Macerata. Una casalinga, separata e madre di tre gemelli, durante i lavori di ristrutturazione della casa dei nonni, ha trovato in soffitta una scatola contenente un involucro ricco di ricordi tra i quali un certificato di debito pubblico dello Stato Italiano del 1956, dal valore di 50mila lire.

Il titolo è stato fatto stimare da Agitalia, a cui si è rivolta la donna, a un nostro consulente contabile ed è risultato un valore monetario attuale, tra interessi, rivalutazione e capitalizzazione, per circa 57 anni di giacenza nelle casse dello Stato di 185mila euro (calcolo effettuato dal 2 luglio 1956 al 15 ottobre 2013).
La donna ha quindi inoltrato la richiesta al Ministero dell’Economia e a Bankitalia per la restituzione della somma maggiorata con tutti gli emolumenti di legge.
Nel frattempo è stata avviata anche la procedura di mediazione tornata obbligatoria a seguito delle recenti riforme normative.
Che dire?! Beata lei!
Corro a casa di nonna che si sa mai.

(Per informazioni relative alla riscossione dei libretti bancari o dei buoni postali scaduti è sufficiente visitare il sito www.agitalia.info o scrivere alla Associazione all’indirizzo [email protected] per ricevere telematicamente e gratuitamente tutte le informazioni necessarie a riscuotere i titoli di credito dei decenni passati.)