diredonna network
logo
Stai leggendo: Fabrizio Corona ha tentato il suicidio in carcere

"Riposa in pace. So che verrai a cercarmi...", le parole della moglie a Chris Cornell

Disneyland Paris è alla ricerca di... cattivi. Se lo sei, manda il tuo cv

Quei bambini perduti che, ogni anno, spariscono nel nulla

Quello che le influencer non ci dicevano (ma ora sono obbligate)

La Balena Felice e la Pink Whale contro Blue Whale, il gioco del suicidio social

Maturità: 6 trucchi per ricordare quello che si studia

"Ho lasciato che mia figlia cambiasse sesso a 4 anni e ne sono felice": la storia di Kai e di mamma Kimberly

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Cristian Fernandez: il bambino che rischia l'ergastolo

Maturità 2017, ecco le date degli esami e cosa c'è da sapere

Fabrizio Corona ha tentato il suicidio in carcere

Fabrizio Corona ha tentato il suicidio: una notizia shock che mostra un ex re dei paparazzi depresso e molto debole.
(Foto:web)
(Foto:web)

Sul settimanale Oggi, in edicola in questi giorni, ci si interroga sulle motivazioni che hanno spinto Fabrizio Corona a tentare il suicidio. 
Pare infatti che la notte del 19 ottobre, nel carcere di Opera, Fabrizio Corona abbia tentato di soffocarsi coprendosi naso e bocca con dei cerotti.

Un episodio finora coperto dal massimo riserbo. Il re dei paparazzi, secondo fonti confidenziali, sta attraversando un periodo di depressione.
Non è chiaro se si sia trattato di un tentato suicidio o di un gesto dimostrativo, ma secondo la ricostruzione del settimanale, avrebbe reso necessario il ricovero di Corona nell’infermeria dell’istituto milanese, per sottoporlo a un trattamento a base di sedativi e per medicargli le ferite provocate dai soccorritori quando gli hanno strappato i cerotti dal volto.
Corona non riesce a farsi una ragione di una condanna troppo grande per le reali responsabilità.
Non vuole più incontrare nessuno, è depresso e assume psicofarmaci.

Dopo esser stato dimesso, Corona non sarebbe più rientrato nella cella che divideva con altri tre detenuti e la direzione del carcere gli avrebbe assegnato una cella dove è solo.
Ora sta meglio e sta scrivendo un libro autobiografico.