diredonna network
logo
Stai leggendo: Fabrizio Corona ha tentato il suicidio in carcere

Tentò di uccidersi sparandosi, 10 anni dopo riceve il trapianto di faccia

I genitori vogliono continuare la battaglia. Il giudice: "Stop alle cure, deve morire con dignità"

"Buon viaggio piccola Aliena": l'addio di Laura Pausini alla nipotina di 3 anni

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Figlia mia, sopravvivo solo per darti giustizia". Parla la mamma di Tiziana Cantone

A terra con 32 coltellate. "Ho sposato l'uomo che mi ha salvata dall'ex violento"

Charli, la modella mostra la cellulite: "Non me ne vergogno"

Oroscopo dal 13 al 19 aprile - Come sopravvivere alle stelle

Occhi al cielo: arrivano la luna rosa e la cometa verde

Omicidio di identità: "Sfregiare con l'acido è uccidere"

Fabrizio Corona ha tentato il suicidio in carcere

Fabrizio Corona ha tentato il suicidio: una notizia shock che mostra un ex re dei paparazzi depresso e molto debole.
(Foto:web)

Sul settimanale Oggi, in edicola in questi giorni, ci si interroga sulle motivazioni che hanno spinto Fabrizio Corona a tentare il suicidio. 
Pare infatti che la notte del 19 ottobre, nel carcere di Opera, Fabrizio Corona abbia tentato di soffocarsi coprendosi naso e bocca con dei cerotti.

Un episodio finora coperto dal massimo riserbo. Il re dei paparazzi, secondo fonti confidenziali, sta attraversando un periodo di depressione.
Non è chiaro se si sia trattato di un tentato suicidio o di un gesto dimostrativo, ma secondo la ricostruzione del settimanale, avrebbe reso necessario il ricovero di Corona nell’infermeria dell’istituto milanese, per sottoporlo a un trattamento a base di sedativi e per medicargli le ferite provocate dai soccorritori quando gli hanno strappato i cerotti dal volto.
Corona non riesce a farsi una ragione di una condanna troppo grande per le reali responsabilità.
Non vuole più incontrare nessuno, è depresso e assume psicofarmaci.

Dopo esser stato dimesso, Corona non sarebbe più rientrato nella cella che divideva con altri tre detenuti e la direzione del carcere gli avrebbe assegnato una cella dove è solo.
Ora sta meglio e sta scrivendo un libro autobiografico.