diredonna network
logo
Stai leggendo: Maltempo: arriva l’inverno e la neve

"Tu rimani un povero handicappato e ne sono contento": il cartello shock

Quando l'arcobaleno è rosa: la spiegazione del fenomeno

Cynthia Nixon come "Miranda": da Sex & The City alla politica

Look da fata dai capelli turchini per Rihanna

Il papà denuncia la mamma no-vax: la parola passa al tribunale

"Mangia, sei anoressica": Alessia Marcuzzi risponde alle critiche su Instagram

Il messaggio di Emma per l'amica Stefy, la mamma di Bea

Scuola: al via i Licei brevi, 4 anni invece di 5

È morta la mamma di Bea, la bambina prigioniera del suo corpo

Questo è il primo emoji della storia: ha 3700 anni la "faccetta" più antica

Maltempo: arriva l'inverno e la neve

In arrivo il gelo e la neve anche a bassa quota.
(foto:Web)
(foto:Web)

L’Italia nella morsa del gelo per colpa del ciclone Attila.
Le temperature scendono improvvisamente di 10 gradi e il freddo polare interesserà sia il nord che il sud, con pioggia, gelate e neve anche a bassa quota.

E intanto sono già un milione gli italiani a letto con l’influenza.
Per tutta settimana, con un picco tra oggi e mercoledì, le massime non supereranno i 6°al Nord e al Centro e di notte si arriverà anche sotto zero.

“Si tratta – spiega Antonio Sanò de Ilmeteo.it – di un nucleo gelido dall’artico con nevicate diffuse sulle coste adriatiche centrali e gelo intenso notturno con venti freddi di tramontana e di bora sulle regioni centrali, dove nevicherà fin sulle coste adriatiche, dalle Marche meridionali fino a tutta la Puglia. Neve copiosa anche in Abruzzo e piogge anche sulle coste settentrionali della Sicilia con neve a 600 metri”.

Quest’anomalia porta diversi problemi di salute:
“Si ammalano 120-130 mila persone in più ogni settimana – spiega Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano – a causa dei virus parainfluenzali che portano tosse, mal di gola, raffreddori vari e una febbre che non supera i 38 gradi. Per ora ne sono stati colpiti oltre 900 mila italiani. È chiaro che, se il freddo davvero dovesse rimanere per tutta la settimana, potremmo vedere arrivare in anticipo anche l’influenza vera e propria. A metà dicembre e non a fine anno come inizialmente previsto. La stagione influenzale sarà vivace, con 4,5 milioni di ammalati: conviene quindi vaccinarsi per tempo, senza aspettare che il virus sia già epidemia. Servono 10 giorni, infatti, perché faccia effetto.