diredonna network
logo
Stai leggendo: Prendere la pillola contraccettiva per 3 anni: ecco i rischi

Grazia per Jacqueline, la donna che uccise il marito che la picchiava e violentava le figlie

Quando (e dove) ci dà fastidio essere toccati: le zone off-limits del nostro corpo

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno. Ecco perché... è una bufala

Come in "Ritorno al futuro": le scarpe che si allacciano da sole

"Streghe": è in arrivo un prequel della serie?

Pasta di sale: la ricetta ideale per creazioni e decorazioni fai da te

Commessa di Victoria's Secret rivela "9 cose per cui è terribile lavorare in questi negozi"

Arrivano in migliaia al compleanno della figlia dopo un invito Facebook e finisce in tragedia

Oroscopo dal 12 al 18 gennaio 2017 - Come sopravvivere alle stelle

La dedica di Ryan Gosling è la più commovente dichiarazione d'amore di sempre

Prendere la pillola contraccettiva per 3 anni: ecco i rischi

Prendere la pillola contraccettiva per anni è molto rischioso per la salute: ecco i rischi.
(www.angolodonne.it )

Prendendo la pillola anticoncezionale per 3 anni le donne corrono un pericolo molto alto per la loro salute.

Secondo un nuovo studio, infatti, queste donne sembrano avere il doppio delle probabilità di soffrire di una patologia oculare, che può anche portare alla cecità.

Questa ricerca ha sottolineato che la pillola, se presa per anni, può portare a contrarre il glaucoma.

“Questo studio dovrebbe spingere la ricerca futura a dimostrare la causa e l’effetto dei contraccettivi orali e il glaucoma. A questo punto, le donne che hanno assunto contraccettivi orali, per tre o più anni, dovrebbero essere sottoposte a screening per il glaucoma e seguite da un oculista”.

Commenta il dottor Shan Lin, dell’Università della California a San Francisco.

Lo studio è stato condotto su 3.406 partecipanti, di sesso femminile, dai 40 anni in su, che hanno compilato un questionario sulla salute riproduttiva e degli occhi e che sono state sottoposte a visite oculistiche.

I risultati sono stati presentati al 117° meeting annuale della American Academy of Ophthalmology a New Orleans.