diredonna network
logo
Stai leggendo: Più di 10mila Url tatuati sul corpo: record mondiale e beneficenza.

Oroscopo dal 19 al 25 gennaio 2017- Come sopravvivere alle stelle

Chiara Ferragni è incinta! Lo scherzo di Fedez alla "suocera" in un video

Sesso anale, la dottoressa De Mari: "Si pratica nelle iniziazioni sataniche. L'omosessualità non esiste"

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Cosa rivela la forma del tuo piede su di te

Ecco perché migliaia di ovetti sorpresa sono naufragati su questa spiaggia tedesca

Grazia per Jacqueline, la donna che uccise il marito che la picchiava e violentava le figlie

Quando (e dove) ci dà fastidio essere toccati: le zone off-limits del nostro corpo

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno. Ecco perché... è una bufala

Più di 10mila Url tatuati sul corpo: record mondiale e beneficenza.

Pat Vaillancourt, ragazzo canadese, è riuscito ad entrare nella classifica dei record mondiali tatuando sul suo corpo più di 10mila Url e indirizzi di siti internet. Grazie a questa sua iniziativa, è riuscito ad aiutare le popolazioni che sono state colpite dal forte terremoto nel 2010.
Fonte: Web

Avete intenzione di stabilire un nuovo record mondiale ma non avete nessuna particolare abilità, passione o caratteristica? Potreste prendere esempio da questo giovane ragazzo canadese.

Pat Vaillancourt, infatti, ha deciso di stabilire un nuovo record mondiale tatuandosi delle frasi molto particolari: sulla sua pelle sono tatuati più di 10mila URL. Prima di intraprendere questa strana avventura disse: “Voglio battere un record del mondo, ma ancor prima voglio essere utile per il prossimo!”.

Migliaia di aziende e persone hanno chiesto al giovane canadese di tatuare vari marchi pubblicitari e URL di siti internet: gli imprenditori possono pagare 35 euro per ottenere il loro URL tatuato sulla schiena.

Metà di tutti i ricavati finiscono nelle tasche di Pat e l’altrà metà viene devoluta in beneficenza per aiutare le popolazioni di Haiti e della Somalia.

Pat, dopo aver superato la soglia dei 10mila tatuaggi, afferma di avere ancora molte richieste da parte delle aziende che hanno già dato la loro disponibilità a pagare per avere il proprio URL.

Ma non solo le aziende hanno aderito a questa iniziativa: molte persone infatti, hanno chiesto un tatuaggio con il proprio link del profilo Facebook o del profilo Twitter. Anche se d’impatto può sembrare una decisione davvero stravagante, bisogna riconoscere che Pat ha deciso di aiutare le popolazioni in difficoltà. Una scelta davvero esemplare, non credete?