diredonna network
logo
Stai leggendo: Chiuso l’ultimo Blockbuster negli USA: fine di un mito dell’intrattenimento.

Disneyland Paris è alla ricerca di... cattivi. Se lo sei, manda il tuo cv

Quei bambini perduti che, ogni anno, spariscono nel nulla

Quello che le influencer non ci dicevano (ma ora sono obbligate)

La Balena Felice e la Pink Whale contro Blue Whale, il gioco del suicidio social

Maturità: 6 trucchi per ricordare quello che si studia

"Ho lasciato che mia figlia cambiasse sesso a 4 anni e ne sono felice": la storia di Kai e di mamma Kimberly

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Cristian Fernandez: il bambino che rischia l'ergastolo

Maturità 2017, ecco le date degli esami e cosa c'è da sapere

Tenta il suicidio l'ex che ha sfigurato Gessica Notaro con l'acido

Chiuso l'ultimo Blockbuster negli USA: fine di un mito dell'intrattenimento.

In Italia la nota catena di videonoleggio è chiusa da tempo, ma ora anche negli States, l'ex gigante dell intrattenimento homemade decide di chiudere i battenti per sempre.
(foto:Web)
(foto:Web)

La richiesta del pubblico, si spinge ora verso il digitale e così Blockbuster (nota catena di videonoleggio) verrà chiuso definitivamente anche negli Stati Uniti ove è nato. La CNN ha annunciato la “triste notizia” nei giorni scorsi, sottolineando che i 300 negozi ancora aperti sul territorio americano, chiuderanno i battenti per sempre entro gennaio 2014.

 

Attualmente la nota catena è di proprietà e gestita dalla società DISH Network (ndr: il secondo maggiore operatore tv via satellite americano dopo DirecTV), che l’aveva acquistata nell’anno 2011, quando cioè ne fu dichiarato il fallimento. In Italia l’avventura di Blockbuster era iniziato nel lontano 1994, per poi concludersi nel corso degli ultimi due anni a causa della scarsa richiesta da parte dei consumatori.

Con questa triste e “forzata” decisione, si conclude un’era, quella del videonoleggio di dvd e videocassette che ha certamente  ha rappresentato un classico delle sere tra amici per molti di noi.

Cosa vi mancherà di più di questo piacevole rito?