diredonna network
logo
Stai leggendo: Parliamone! Lettera di L., quando la paura di essere abbandonate ci paralizza

"Riposa in pace. So che verrai a cercarmi...", le parole della moglie a Chris Cornell

Perché la fine di un'amicizia è peggio della fine di un amore

Quando Marina Abramovic lasciò che la gente usasse il suo corpo come un oggetto

Oroscopo dal 25 al 31 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Avril Lavigne è morta ed è stata rimpiazzata da un clone": le "prove" dei complottisti

Spora, ecco il mio viso dopo l'incidente: "Questa sono io e la perfezione non esiste"

15 migliori idee per feste a tema diverse dal solito

Terapie di "riorientamento sessuale": "Ecco come si possono curare i gay"

Troppo grassa per Louis Vuitton, ma la modella non ci sta: ecco come ha risposto su Facebook

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Parliamone! Lettera di L., quando la paura di essere abbandonate ci paralizza

Parliamone! Lettera di L., le normali paure in amore predono il posto per incubi e ansia che non ci fanno godere la nostra felicità
lettera-parliamone

capita anche a me di avere delle paure simili..brutti pensieri che nascono in seguito a una parola particolare, ad una battuta o ad un tipo di comportamento! mi chiudo allora in me stessa per non voler rigettare il peso delle mie paure su di lui. So per certo che tante cose le dice per scherzare, conoscendo il suo comportamento…ma non nego che ogni tanto quei maledetti pensieri, stupidi, inutili e privi di ogni senso tornano a farmi visita e a farmi riflettere se quello che faccio nei suoi confronti è abbastanza o pure no…purtroppo è così..spesso promettiamo a noi stesse che alla prossima relazione saremo noi a tenere le redini, ma per qualche strano motivo, per quanto possiamo amare noi stesse, cediamo sempre il passo al nostro “Lui”, vivendo nell’incubo e nel terrore di un abbandono…

Cara L.,

credo che i tuoi siano pensieri condivisi da moltissime donne che hanno vissuto un amore intenso, quello che mi preme molto dirti e su cui vorrei invitarti a ragionare con me è il tuo vivere nell’incubo e nel terrore. Per quanto avere un po’ di timore di perdere la persona amata è anche normale, non l’ameremmo se non ci importasse di non averla più accanto nella nostra vita, e credo che in questo anche i maschietti condividano le stesse paure, ma, come per tutte le cose, è il troppo che fa male e ci danneggia. Ti vorrei invitare a fare attenzione a queste tue paure, a ragionarci, visto che, tu stessa lo hai premesso, sono solo battute del tuo “lui”, e che probabilmente non sono cosi fondate come pensi e neanche cosi spaventose. Sii forte, e credi più in te stessa, e poi in amore non è questione di chi tiene le redini, è un rapporto a due e ci deve lasciare andare e pensare al nostro lui quanto noi ci sentiamo di fare, se non c’è questa libertà non è giusto nulla. Infine, vorrei riportarti una frase che mi ha colpito: l’amore deve farti stare bene, se non lo fa, non è amore. Lasciati andare e goditi la tua felicità, a presto

Lucia

 

Raccontami chi sei:

Scrivi il tuo nome (oppure un soprannome) e scegli se vuoi che sia menzionato nella risposta

Come ti chiami?

Desideri rimanere anonima/o?
SiNo

Confidati con me:

Questo è lo spazio dove puoi scrivere tutto ma proprio tutto quello che vuoi confidarmi; la risposta, poi, comparirà sul magazine

Acconsento al trattamento dei dati (informativa privacy)