diredonna network
logo
Stai leggendo: Allarme Meningite: gravissimo un diciannovenne

Cassidy, violentata a 13 anni suicida a 15: in questa lettera il suo ultimo desiderio

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Allarme Meningite: gravissimo un diciannovenne

È allarme meningite. L'Asl avvia un'indagine epidemiologica e somministra le profilassi dove opportuno.
(foto:Web)

Un ragazzo di 19 anni di Perugia è in gravissime condizioni per colpa della meningite. Una corsa disperata in ospedale e poi il trasferimento d’urgenza nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia.

“La direzione del presidio ospedaliero di Città di Castello comunica che lunedì è stato ricoverato un paziente affetto da Meningite da meningococco C complicato da CID.”comunica la Asl 1 attraverso il proprio ufficio stampa “A seguito degli accertamenti eseguiti nella serata di ieri, che hanno consentito di effettuare la diagnosi di meningite meningococcica, il paziente nella notte è stato prontamente trasferito presso l’unità operativa di Rianimazione dell’azienda ospedaliera di Perugia, dove si trova attualmente in prognosi riservata”.

Appena la comunicazione della diagnosi è stata ufficializzata, è stata avviata l’indagine epidemiologica finalizzata all’individuazione dei contatti, sia tra familiari che tra conoscenti e operatori sanitari. 

Dove opportuno sono state somministrate le prime profilassi. 

Le attività sono ancora in corso, come sottolinea l’Asl.