diredonna network
logo
Stai leggendo: Parliamone! Lettera di M., Perdere un bambino dopo averlo desiderato tanto

Vampiri energetici: come riconoscerli e imparare a difenderti da loro

"Quando me ne sarò andato": questo padre ha lasciato a suo figlio un messaggio lungo tutta una vita

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Dice basta a una dieta da 500 calorie, ma il web la insulta

Oroscopo dal 20 al 26 aprile - Come sopravvivere alle stelle

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Perché ho realizzato per la mia bambina una festa a tema... cacca"

La fitness blogger che ha deciso di non depilarsi: "Voglio essere di ispirazione per le altre donne"

Titanic: ma Jack poteva salvarsi sulla porta-zattera con Rose? Ecco la risposta

Vacanze di Pasqua: i 4 compiti di questo maestro elementare

Parliamone! Lettera di M., Perdere un bambino dopo averlo desiderato tanto

Lettera di M., la perdita di un bambino dopo aver lottato duramente per poterlo avere, e poi sentirti abbandonati quando si cerca aiuto
lettera-parliamone

salve a tutti….come anna anch’io ho avuto esperienza di perdere un bimbo di 5 settimane…ma questo dopo vari tentativi di fecondazione assistita. ero felicissima come tutte le donne che scoprono di attendere un bimbo. dunque il mio e’ stato un aborto spontaneo oserei definirlo violento per il mio essere….era luglio….improvvisamente ho avuto dolori fortissimi associati poi a perdite ed infine il piccolo da solo e’ scivolato giu’ come un anguilla 🙁 da allora la mia vita e’ cambiata…non rido piu’….non ho piu’ stimoli….insomma e’ passato un anno….soffro di attacchi di panico….non so piu’ che fare. io stessa ho chiesto aiuto a psicologo per ripristinarmi…. anch’esso sparito nel nulla.  povera me…:/

Cara M.,

Ciò che ti è accaduto, e che purtroppo è successo a molte altre nostre lettrici, è un evento davvero traumatico che segna la vita di una donna in qualunque modo esso accada. Comprendo il tuo dolore e la tua sofferenza e ammiro anche la forza che hai messo nel provare a reagire: hai cercato aiuto, hai consultato uno psicologo. Purtroppo non è andata esattamente come doveva essere, ma vorrei esortati a non fermarti ora; riprova da qualcun altro, chiedi aiuto a chi saprà ascoltare la tua voce, continua ad essere forte e a reagire. Il ricordo ed anche parte del dolore, voglio essere sincera, resteranno sempre dentro di te, ma non fermarti e continua a vivere! Un caloroso abbraccio 

Lucia

 

Raccontami chi sei:

Scrivi il tuo nome (oppure un soprannome) e scegli se vuoi che sia menzionato nella risposta

Come ti chiami?

Desideri rimanere anonima/o?
SiNo

Confidati con me:

Questo è lo spazio dove puoi scrivere tutto ma proprio tutto quello che vuoi confidarmi; la risposta, poi, comparirà sul magazine

Acconsento al trattamento dei dati (informativa privacy)