diredonna network
logo
Stai leggendo: Le 5 persone famose che hanno fallito prima di raggiungere il successo

"Riposa in pace. So che verrai a cercarmi...", le parole della moglie a Chris Cornell

Perché la fine di un'amicizia è peggio della fine di un amore

Quando Marina Abramovic lasciò che la gente usasse il suo corpo come un oggetto

Oroscopo dal 25 al 31 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Avril Lavigne è morta ed è stata rimpiazzata da un clone": le "prove" dei complottisti

Spora, ecco il mio viso dopo l'incidente: "Questa sono io e la perfezione non esiste"

15 migliori idee per feste a tema diverse dal solito

Terapie di "riorientamento sessuale": "Ecco come si possono curare i gay"

Troppo grassa per Louis Vuitton, ma la modella non ci sta: ecco come ha risposto su Facebook

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Le 5 persone famose che hanno fallito prima di raggiungere il successo

I 5 insospettabili che prima di arrivare al successo hanno fallito miseramente. Un bell'esempio per non scoraggiarsi mai!
(foto:Web)
(foto:Web)

Ci sono momenti della vita in cui ti senti un fallito totale? Non disperare. Giusto per tirarti su di morale, ti faremo conoscere 5 grandi “fallimenti storici” che si sono rivelati poi dei veri geni assoluti nel loro campo.

L’importante è non demordere mai e credere in se stessi, ignorando le parole degli altri che spesso sono solo invidiosi e non vorrebbero mai vederti all’apice del successo!

Siete pronti a scoprire chi da un fallimento ha avuto la meglio? (Oltre al gigante qui sopra?!?)

>>> I 5 più incredibili “falliti” arrivati al successo

Stephen King

(foto:Web)
(foto:Web)

 

Il Re della letteratura thriller/horror, colui che con i suoi libri ha terrorizzato milioni di lettori, avrebbe inviato il suo primissimo romanzo, dal titolo Carrie, a ben 30 editori, prima di essere scelto e pubblicato. Dal libro scaturì poi anche un film (Carrie – Lo sguardo di Satana), ritenuto dallo stesso scrittore il suo preferito tra quelli da lui ispirati.

Steve Jobs

(foto:Web)
(foto:Web)

Steve Jobs ha rappresentato sicuramente uno degli uomini mentalmente più brillanti di questo mondo. Il suo intuito ed il suo indiscutibile genio, furono però negati, quando a metà degli anni ’80 fu licenziato dall’azienda che aveva creato. 10 anni più tardi sarebbe stato riassunto, portando la Apple ai livelli di fama che oggi conosciamo.

Walt Disney

(foto:Web)
(foto:Web)

Secondo il direttore del giornale locale per cui Walt Disney lavorava, Walt aveva “scarsa immaginazione”.

Il grande genio si sarebbe poi rifatto quando, ormai ultra-miliardario e con un patrimonio in tasca, acquistò il giornale che lo aveva cacciato. Yep!

Michael Jordan

(foto:Web)
(foto:Web)

Michael Jordan sarebbe stato scartato dalla squadra di basket del liceo. Non oso immaginare cosa abbiano pensato i suoi ex compagni durante i sei campionati vinti dall’atleta, nonché protagonista del film di Warner Bros “Space Jam“.

Eminem

(foto:Web)
(foto:Web)

Bersagliato dai compagni per il suo strambo atteggiamento, Marshall Bruce Mathers III, in arte Eminem, ha pensato spesso al suicidio. Qualche colpo di fortuna e la testa dura, l’hanno portato però al successo, rendendolo uno dei rappers più famosi dell’intero panorama musicale, raggiungendo l’incredibile cifra di 86 milioni di dischi venduti.