diredonna network
logo
Stai leggendo: Marc Jacobs lascia Louis Vuitton dopo 16 anni.

Jeggings: cosa sono, come indossarli e i modelli di tendenza

Into the Color: Oysho presenta la nuova collezione di costumi per l'estate 2017!

La versione Primark delle mule di Prada

Costumi Tezuk 2017: scopriamo insieme tutti i pezzi must-have!

"Riposa in pace. So che verrai a cercarmi...", le parole della moglie a Chris Cornell

Perché la fine di un'amicizia è peggio della fine di un amore

Disneyland Paris è alla ricerca di... cattivi. Se lo sei, manda il tuo cv

Quando Marina Abramovic lasciò che la gente usasse il suo corpo come un oggetto

Quei bambini perduti che, ogni anno, spariscono nel nulla

Oroscopo dal 25 al 31 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Marc Jacobs lascia Louis Vuitton dopo 16 anni.

Dopo il mancato rinnovo del contratto dello stilista, è divorzio tra Marc Jacobs e la storica maison francese Louis Vuitton.
Marc Jacobs lascia Louis Vuitton dopo 16 anni.

 Dopo i rumors e le indiscrezioni dilagate a macchia d’olio nelle ultime settimane, la notizia ha avuto una conferma ufficiale. Bernard Arnault, CEO del colosso del lusso LVMH, ha dichiarato che Marc Jacobs lascerà la direzione artistica di Louis Vuitton dopo 16 anni. La collezione primavera/estate 2014 che ha sfilato ieri al Louvre di Parigi, sarà dunque l’ultima firmata dallo stilista americano.

In un clima di grande emozione e commozione, alla fine di una sfilata che ha visto predominare il total black e i tessuti denim, Marc Jacobs si è goduto la sua chiamata alla ribalta ed ha dedicato le sue creazioni a Robert Duffy (suo braccio destro e presidente di Marc Jacobs International) e allo stesso Arnault. Tra gli applausi scroscianti lo stilista ha aggiunto: «All my love, always». Le ragioni del “divorzio” infatti, non sembrerebbero esser state spinte da contrasti interni, bensì dalla volontà di Jacobs di focalizzarsi sulla linea di moda da lui creata.

Non mancano i pronostici per quanto riguarda la successione. Qualcuno sussurra il nome di Nicolas Ghesquière, ex direttore artistico di Balenciaga, il quale, stando agli ultimi rumors, avrebbe già preso contatti con la maison.

Comunque si chiami il successore di Marc Jacobs, l’ eredità da raccogliere avrà un peso non indifferente. Si conclude un sodalizio tra i più proficui che la storia della moda ricordi. Lo stilista ha lasciato un’impronta inconfondibile nello stile iconico e sempiterno della maison, svecchiandolo, sdrammatizzandolo, coniugandolo con una sconfinata vena di creatività e di ironia e combinandolo con l’arte in tutte le sue forme. Un’arte della quale non potremo non sentire la mancanza.