diredonna network
logo
Stai leggendo: Pechino Express 2: Destinazione Saigon – Ho Chi Minh

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Gessica, sfigurata dall'acido: "La strada è lunga, ma tengo duro". Il video messaggio su Facebook

Figli che uccidono i genitori: 7 casi shock

Pechino Express 2: Destinazione Saigon - Ho Chi Minh

Tra coppie che scoppiano, partenze, primi cedimenti fisici e emotivi, la gara è entrata nel vivo: chi raggiungerà la Cambogia?
it.wikipedia.org

La nuova edizione di Pechino Express ha conquistato il cuore di tutti gli italiani, o meglio, i loro tweet – Pechino Express è il nuovo top trend su Twitter. Battaglie a colpi di 150 caratteri per difendere Team #LaMarchesa o Team #CorinneSclery – neanche fosse Twilight! Indimenticabile il tweet della Marchesa/Eva Kant di Costantino: la cara marchesa, abbandonato l’abito regale, indossa una tutina nera aderente: Arsenio Lupin ha trovato pane per i suoi denti! 

 

E per tutte coloro che hanno il cuore tenero, un pensiero non può che andare al povero Angelo , il cucciolo della dragonessa Sclery: tonight we #savetheboy!

Ultima tappa in Vietnam per i concorrenti: 330 km per raggiungere Ho Chi Minh, l’antica Saigon. La gara incomincia al meglio: una prova per surriscaldare gli animi. I concorrenti hanno a disposizione 4 camioncini (ognuno con un differente livello di benzina) su cui saliranno due coppie. Chi sceglierà chi? Tutti contro tutti o amici/nemici? Quello che è certo è che i poveri figli di e i laureati non li vuole nessuno! Secondo passo: gara a rilancio per conquistarsi le taniche di benzina necessarie lungo il percorso. Madame Sclery fa subito sentire il suo urlo da diva, di sicuro punta di brutto! Ma nessuno può battere la classe di colei che di aste se ne intende, la cara Marchesa d’Aragona: “ Io da Christie’s ci sono entrata un sacco di volte, ma mai sotto la pioggia. Molto divertente”.

La benzina finisce ed ecco che comincia la gara per strada. La marchesa è una donna che ci sa fare, la sua tecnica da autostoppista non sbaglia un colpo “bisogna aggredire il veicolo”! Avrà ragione Rosolino “Quella ti succhia il sangue” – basta che non cominci a sbarluccicare! Quale sarà il suo segreto? Il bon ton? La raffinatezza? No, un rimedio popolano: lo scrocco. E come fa la Marchesa: saliti su un pullman senza biglietto, evitate il controllore e fate gli indifferenti – pensate alla prima della Scala!

Il bon ton di sicuro manca a Madame Sclery: il povero Angelo vuole aiutare gli amici e far posto sul loro camion, ma la dragonessa non ci sta “ Se li chiami ti do un cazzotto in faccia” . Ma naturalmente da brava attrice era tutta una finta “Io sono per la gara carina”. Strano, credevamo che la vittoria fosse tutto. Ma la carineria di Sclery non ripaga, i fidanzati non sono ammessi alla prova immunità: “Hai visto Angelo a dare Passaggi? Hai visto?”.

E l‘inferno non è ancora arrivato…quella che si prospetta è la notte dei lunghi coltelli. Tutti i concorrenti passano la notte in un resort (tranne i laureati causa malore di Laura, e la Marchesa col fidato Gregory persi in una città fantasma, ma ovviamente con solito hotel a 5 stelle per alloggio: d’altronde lei è “raffinatissima nell’arte dello scrocco”). Una cena assai pungente quella delle modelle e Madame Sclery: a colpi di frecciatine sulla loro relazione, le modelle assaltano i fidanzatini. E Madame Sclery, da buona amante dell’educazione – “Io sono premio nobel dell’educazione. Io non faccio mai sceneggiate, sono una leale”, dà loro delle voltafaccia. Forse ci siamo persi un pezzo – e anche un po’ di coerenza : non era lei che pugnalava alle spalle e giocava “carino” davanti la telecamera?

Il mattino dopo gli animi si riaccendono per la prova immunità alle cascate di Dambri. Le modelle, gli olimpionici e i Ciavarri dovranno recuperare delle chiavi con cui aprire forzieri contenenti pepite d’oro. I Ciavarri, dopo una gara assai fortunata, vincono la prova e si godono il meritato premio: una notte di festa a Pham Ngu Lao insieme alla cantante più famosa del paese, Doang Trang. Chissà se Ciavarro farà il mandrillone…. Intanto godiamo con l’handicap dato ai fidanzati: dovranno totalizzare 15 km a piedi, contapassi in mano, o meglio, in zaino.

La gara riprende, e via di autostop. La cara Marchesa costringe un vietnamita a portarla a destinazione. Perché nella vita si può tutto, “non ci vogliono la coscia e le tette, ci vogliono ben altre cose”. Mentre la cara Sclery, da brava persona educata, lascia per strada tutti: “Mai più un aiuto a nessuno, eh, Mai più”. Strano, credevo aiutasse tutti… e neanche il povero Angelo! Chissà dov’è l’Amore… forse nei 15 km che Angelo fa come un cagnolino obbediente? O nelle parole di Madame Sclery che lo definisce “un moscone nella testa” che la sfinisce? Ah l’amour… Ma l’indomani la principessa rinsavisce: il principe ha portato a termine l’impresa, i 15 km sono raggiunti, e la vittoria è vicina! La principessa non può che essere “travolta dalla volontà e dal fisico del suo uomo, un mito” e per sancire il loro Amore ecco il meritato….Bac….no…una ventagliata in testa! Le favole son proprio cambiate…. “Una strega proprio! Ma chi caz** me l’ha fatto fare” …Angelo siamo con te! Ribellati! We want to #savetheboy!

 Terzo giorno di tappa: i concorrenti arrivati a Ho Chi Mihn, nel grattacielo più alto della città, scoprono la loro prossima missione: recarsi al mercato cittadino e assaggiare l’incubo culinario peggiore di tutti, il Durian. Il “gustoso” frutto puzzolente indebolisce tutti i guerrieri. Ha proprio ragione Rosolino “Na ca**ta, signo’!”. Ma cosa ne vuole sapere il popolino, i palati raffinati sapranno apprezzare questa prelibatezza locale: la cara Marchesa è l’unica che ingurgita con foga questo frutto reale! Complimenti a lei….

Ultima prova per decretare la vittoria: i concorrenti devono fare una foto di gruppo con 14 persone davanti a un monumento di Saigon. Gli Olimpionici si aggiudicano la tappa – anche se rallentati dalla caviglia gonfia della Sensini. Eliminati gli Amici – la malattia “immaginaria” di Stefano ha fatto perdere alla coppia l’ultima tappa per Sakara.

 Il viaggio ricomincia la prossima settimana: tutti in viaggio per la Cambogia. Ne vedremo delle belle, l’inferno comincia ora!