diredonna network
logo
Stai leggendo: Neonato muore dimenticato sul nastro trasportatore dell’aeroporto.

La maledizione della lotteria: "Ero più felice prima di vincere al Gratta e Vinci"

Svelate le date di uscita di Frozen 2 e Il Re Leone live action

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Il mio ragazzo ha un tumore al cervello. Dovrei sposarlo?"

Stealthing, il pericoloso "trend" sessuale dello stupro "invisibile": "Sono stata violentata senza accorgermene"

I genitori vogliono continuare la battaglia. Il giudice: "Stop alle cure, deve morire con dignità"

"Buon viaggio piccola Aliena": l'addio di Laura Pausini alla nipotina di 3 anni

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Figlia mia, sopravvivo solo per darti giustizia". Parla la mamma di Tiziana Cantone

A terra con 32 coltellate. "Ho sposato l'uomo che mi ha salvata dall'ex violento"

Neonato muore dimenticato sul nastro trasportatore dell'aeroporto.

Una tragedia famigliare all'aeroporto di Alicante (Spagna).Due genitori dimenticano il neonato sul nastro trasportatore dell'aeroporto.Inutili i soccorsi.
(foto:Web)

Secondo il quotidiano el Pais, che cita fonti della Croce Rossa di Alicante e della Guardia civile, il dramma è avvenuto la notte scorsa attorno alle 02.00 all’aeroporto L’Altet.

Un neonato di soli cinque mesi è morto all’aeroporto di Alicante dopo che la madre l’aveva appoggiato, distratta, sul nastro trasportatore dei bagagli.
Il piccolo è stato proprio dimenticato come un pacco qualsiasi.
“La madre ha lasciato il bimbo sul nastro e si è distratta per cercare qualcosa, quando è stato azionato ormai era troppo tardi”.
I paramedici hanno tentato di intervenire ma i soccorsi sono stati purtroppo inutili.

La Guardia Civile ha aperto un’inchiesta sulla morte del piccolo. In realtà pare proprio che si sia trattato di una terribile tragedia, una dimenticanza, una grave distrazione, da parte dei genitori.
La coppia è atterrata in Spagna da Londra, insieme anche all’altro figlio.

Interrogati dagli inquirenti, i due genitori hanno chiesto assistenza piscologica: ora sono stati denunciati ma comunque non arrestati.