diredonna network
logo
Stai leggendo: Violentata in discoteca davanti a tutti: nessuno ha cercato di aiutarla.

A terra con 32 coltellate. "Ho sposato l'uomo che mi ha salvata dall'ex violento"

Omicidio di identità: "Sfregiare con l'acido è uccidere"

"Papà ha ucciso la mamma": il femminicidio visto dai bambini e dai figli

"Il mio ex mi ha ridotta così, vuole uccidermi e ora uscirà dal carcere"

Svelate le date di uscita di Frozen 2 e Il Re Leone live action

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

"Il mio ragazzo ha un tumore al cervello. Dovrei sposarlo?"

Stealthing, il pericoloso "trend" sessuale dello stupro "invisibile": "Sono stata violentata senza accorgermene"

I genitori vogliono continuare la battaglia. Il giudice: "Stop alle cure, deve morire con dignità"

"Buon viaggio piccola Aliena": l'addio di Laura Pausini alla nipotina di 3 anni

Violentata in discoteca davanti a tutti: nessuno ha cercato di aiutarla.

Uno stupro di gruppo in un locale pubblico. Davanti a centinaia di persone, nessuno ha cercato di aiutarla.
(foto:Web)

Lauren Walsh, 17 anni, è stata violentata sul palco di una discoteca davanti a centinaia di persone in un club a Maiorca. La giovane era in vacanza con le amiche e durante la serata è stata spogliata nuda, violentata e aggredita in discoteca.
La musica era alta e forse le sue urla sono rimaste inascoltate per quello.

Lauren ha giurato di non essere assolutamente ubriaca, solo un paio di cocktail. Nessuno però ha cercato di aiutarla e sicuramente la violenza non è stata consumata in un luogo appartato.
Decisa a rinunciare all’anonimato, ha raccontato la sua storia affinchè possa essere d’aiuto ad altre giovani in vacanza.

“Hanno cominciato a scalpitare tirandomi via i vestiti. Li ho sentiti parlare e ridere, incitarsi a vicenda. Urlavo e cercavo di fuggire ma hanno continuato ad afferrarmi”.

Al club il livello di dissolutezza era totale, e la violenza fisica è continuata finchè il fotografo della serata si è accorto che la ragazza non era assolutamente consenziente alla situazione.