diredonna network
logo
Stai leggendo: Fa a pezzi la madre con la moto sega e la mette sulla griglia. Forse non è omicidio.

"Le donne che si sposano rischiano di diventare povere"

Paola Turci: "Mai più con un uomo". Niente figli? "Oggi ringrazio il cielo"

Oroscopo dal 30 marzo al 5 aprile- Come sopravvivere alle stelle

Legge choc: "I medici possono mentire alle madri per evitare gli aborti"

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Ha detto basta ma non ha urlato": quindi non è violenza sessuale

Luke Perry: "Ho una lesione precancerosa al colon. Fate lo screening"

"6 motivi per scegliere una fidanzata dell'est": è polemica per la lista di Rai1

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

La vita in Nord Corea: "A 9 anni ho visto giustiziare una donna per aver visto un film di Hollywood"

Fa a pezzi la madre con la moto sega e la mette sulla griglia. Forse non è omicidio.

Il corpo della madre sparso per casa, dopo essere stato fatto a pezzi da una motosega. Lino Renzi è stato fermato dalla polizia ma solo il medico saprà dare delle spiegazioni in più su quanto accaduto.
(foto:Web)

Lino Rizzi, 45 anni, con una sega ha fatto a pezzi la madre di 70anni e ha poi messo i resti o sulla griglia, per cucinarli, o nel frigorifero, per conservarli.

Il gesto folle è accaduto a Salerno, in un’abitazione di via Martuscelli, e secondo le prime riscostruzioni, l’uomo pare soffrire di turbe psicologiche piuttosto gravi.
A dare l’allarme è stata una telefonata anonima al 112 che segnalava un forte odore di gas provenire dall’appartamento. L’uomo, dopo aver fatto a pezzi la madre, ha lasciato aperto il gas, forse per suicidarsi.

Quando sono entrati in casa, i poliziotti hanno trovato Lino Renzi nella sua camera, sdraiato sul letto e completamente nudo.

Gran parte del corpo della donna è stato trovato sul pavimento del bagno, dove il figlio l’avrebbe mutilata con la motosega. Sulla griglia della cucina c’erano alcune interiora e il resto del cadavere è stato trovato sparso tra la camera da letto, il corridoio e la cucina.

Il medico legale deciderà ora cosa sia effettivamente successo, perchè non si esclude l’ipotesi che sia morta per un malore poche ore prima della mutilazione da parte del figlio.

Lino Renzi è stato condotto negli uffici della squadra mobile per essere interrogato, ma non avrebbe saputo dare alcuna spiegazione di quel che è accaduto.