diredonna network
logo
Stai leggendo: Incinta e anoressica: un corpo fragile, il bambino rischia la vita

Cassidy, violentata a 13 anni suicida a 15: in questa lettera il suo ultimo desiderio

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

Incinta e anoressica: un corpo fragile, il bambino rischia la vita

Una giovanissima madre che soffre di anoressia.Un corpo che si rompe, non riuscendo a sopportare il peso della gravidanza.
donna-incinta

Holly è una giovanissima mamma londinese di soli 19 anni, che da ben 7 combatte contro l’anoressia. La donna aspetta un bambino all’ottavo mese di gravidanza, ma pesa solo 48chili. Holly ha già portato a termine una gravidanza con non poche difficoltà, addirittura, i chili presi con la gravidanza hanno comportato la rottura delle costole.

Al Daily Mail la donna racconta: “Quando ho scopreto di essere incinta ero terrorizzata all’idea di prendere nuovamente peso, perchè so che devo mangiare ma è difficile allontanare le voci dalla mia mente che mi dicono che sono troppo grassa”.

Purtroppo l’anoressia è più facile superarla fisicamente che con la testa. Nel suo caso inoltre, la giovane ha già iniziato prematuramente ad avere delle contrazioni perchè il suo corpo non riesce a tollerare lo stress della gravidanza.

Il bambino però non è ancora ben formato e l’assenza del peso ideale potrebbe costargli la vita.

Non è il primo caso di una gravidanza per chi soffre di anoressia, ma sorge sempre lo stesso dubbio:

per amare gli altri non è necessario prima imparare ad amare sè stessi?